Domenica, 16 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Finint Investments SGR, Zetland Capital e Crea.Re Group: un nuovo investimento a Torino per la costruzione di “Palazzo Contemporaneo”

Il Fondo “Gran Torino”, fondo di Investimento Alternativo (FIA) immobiliare gestito da Finint Investments SGR, ha acquisito dal Fondo “Effepi Real Estate”, gestito da Generali Real Estate SGR, un immobile cielo terra di circa 10.000 mq

13 Gennaio 2022

Finint Investments sgr, Zetland Capital e Crea.Re Group: un nuovo investimento a Torino per la costruzione di “Palazzo Contemporaneo”

Sorgerà a Torino il "Palazzo Contemporaneo".  Il Fondo “Gran Torino”, fondo di Investimento Alternativo (FIA) immobiliare di tipo chiuso gestito da Finint Investments SGR, società di gestione del risparmio del Gruppo Banca Finint, ha acquisito dal Fondo “Effepi Real Estate”, gestito da Generali Real Estate SGR, un immobile cielo terra di circa 10.000 mq situato in Corso Stati Uniti 21-23 a Torino.

Ubicato in uno dei corsi più importanti della città, all’angolo con via Lamarmora e tra i due assi viari più noti del capoluogo piemontese come Corso Galileo Ferraris e Corso Re Umberto, l’immobile sarà interamente ricostruito per diventare una nuova costruzione residenziale che prenderà il nome di “Palazzo Contemporaneo”.

Il nuovo edificio sorgerà al posto dell’attuale immobile, costruito negli anni ’70, che verrà demolito e riedificato secondo i più elevati standard di sostenibilità. Il progetto, già approvato dalle autorità competenti, sarà la prima nuova costruzione residenziale al confine tra il quartiere Crocetta e il centro città dopo oltre trent’anni e permetterà di valorizzare ulteriormente l’intero quartiere circostante.

“Palazzo Contemporaneo”, nel nome stesso, racchiude infatti le caratteristiche che lo contraddistinguono: dalla struttura architettonica, all’attenzione alle tematiche ESG con particolare riferimento all’adozione di nuove tecniche costruttive e senza consumare nuovo suolo, alla qualità realizzativa degli immobili, al risparmio energetico, fino alla fruibilità degli spazi, migliorata anche grazie alla realizzazione di servizi, la cui importanza è emersa in modo particolare durante la pandemia.

Questo investimento del Fondo “Gran Torino” nel capoluogo piemontese, è la seconda acquisizione dopo Palazzo Gran Torino, acquisito a giugno 2021 da un altro fondo immobiliare sempre gestito da Generali Real Estate SGR, per un totale di circa 30.000 metri quadrati.

Il Main Investor dell’operazione è Zetland Capital. Crea.Re Group è co-investitore e partner operativo dell’operazione, mentre Nore srl è co-investitore. Primula Costruzioni, general contractor leader nelle nuove costruzioni, si occuperà della demolizione
dell’attuale edificio e della costruzione di “Palazzo Contemporaneo”, mentre i lavori di progettazione saranno
affidati allo studio di architettura e design dell’architetto torinese Fabio Fantolino. Immogroup sarà il broker immobiliare, supportato da Tecma Solutions, società leader in soluzioni tecnologiche e marketing strategico per il mercato delle nuove costruzioni.

Nell’operazione, K&L Gates e Gianni & Origoni hanno agito quali consulenti legali degli acquirenti, mentre Belvedere Inzaghi & Partners ha assistito la parte venditrice. Legance ha agito quale consulente legale di Intesa San Paolo che ha finanziato l’operazione. Yard Reaas ha fornito la consulenza tecnica immobiliare, Prelios Agency e Investitalia hanno fornito la consulenza commerciale. Nell’operazione, Prelios Agency ha agito altresì in qualità di commercial advisor del venditore. Al buon esito dell’operazione ha contribuito lo studio notarile Nardello-Stefani-Marcoz.

Ahmed Hamdani, Managing Partner di Zetland, ha commentato: “Siamo orgogliosi di aver acquistato questo edificio nel centro di Torino a conferma del nostro focus sul mercato real estate in Italia. Il settore residenziale continua ad essere chiave per Zetland in tutta Europa e siamo entusiasti di coniugare la nostra esperienza di oltre 10 operazioni in 4 diversi Paesi con i miglior partner locali”.


Andrea Tessitore, CEO di Crea.Re Group, ha aggiunto: "L’acquisizione di Palazzo Contemporaneo, a pochi mesi dall’acquisizione di Palazzo Gran Torino, dimostra la solidità e la volontà di investire sulla città di Torino da parte di Zetland Capital. Come Crea.Re Group siamo orgogliosi di avere strutturato e co-investito su questa operazione che ha l’obiettivo di portare sul mercato un progetto non solo attraente dal punto di vista architettonico, ma anche capace di soddisfare le nuove esigenze sorte durante la pandemia".


Mauro Sbroggiò, Amministratore Delegato di Finint Investments SGR, ha commentato: “L’acquisizione di un secondo asset a Torino da parte del Fondo riafferma la volontà di Finint SGR di investire nelle principali città italiane nonché le nostre convinzioni circa le prospettive di crescita del mercato immobiliare residenziale dei grandi capoluoghi italiani. Sviluppare un così importante progetto residenziale nella città di Torino non è soltanto un investimento immobiliare ma anche un'iniziativa in grado di portare importanti benefici all’economia reale, in quanto coinvolge numerosi stakeholder del territorio e sarà strettamente interconnessa a tutto il tessuto economico del capoluogo. Finint SGR ancora una volta si dimostra catalizzatore degli interessi di investitori nazionali ed internazionali. La realizzazione di articolati progetti di sviluppo e riconversione immobiliare ha non solo l’obiettivo di creare valore per i nostri investitori ma anche quello di favorire processi che si traducono in benefici per l’economia reale e lo sviluppo del territorio dove insistono”.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x