Venerdì, 03 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Airi: premiati i cinque progetti di ricerca vincitori della prima edizione

A consegnare le borse di studio con la ministra e Messa e il presidente dell'Airi Bairati, anche Lucio Pinto, Direttore della Fondazione Silvio Tronchetti Provera, Diana Bracco, Presidente di Fondazione Bracco e Marco Zibellini di Farmindustria

19 Novembre 2021

Airi: premiati i cinque progetti di ricerca vincitori della prima edizione

Airi, Associazione Italiana per la ricerca Industriale, premia i cinque progetti vincitori della prima edizione dedicata a Renato Ugo, chimico di fama mondiale, presidente dell'Airi dal 1983 al 2019 dell'Associazione Italiana per la Ricerca Industriale. "Fondi di caffè che diventano bio-plastiche, concentratori solari più performanti dei pannelli  fotovoltaici, scarti di allevamento ittico che azzerano la  ruggine nelle navi, farmaci in grado di semplificare la cura  della psoriasi, un detergente a basso impatto". Sono questi i cinque progetti vincitori della prima edizione delle Borse di studio dell'Associazione Italiana per la ricerca Industriale.

A consegnare le borse di studio con la ministra e Messa e il presidente dell'Airi Bairati, anche Lucio Pinto, Direttore della Fondazione Silvio Tronchetti Provera, Diana Bracco, Presidente di Fondazione Bracco e Marco Zibellini di Farmindustria.

Airi: premiati i cinque progetti di ricerca vincitori della prima edizione

I cinque laureandi hanno presentato i loro progetti oggi, nel corso della Giornata Airi, a Roma presso la sede di Unioncamere.

A premiarli il ministro dell'Università e della Ricerca, Cristina Messa che ha così dichiarato: "Sia nel Pnrr che nella legge di bilancio ci sono capitoli di spesa importanti dedicati alla ricerca e all'Università. Si tratta di misure progressive, e per la politica è un'anomalia, perché guardiamo a lungo termine".

Gli studenti premiati sono Elisabetta Borselleca dell'Università degli Studi di Napoli Federico II; Lorenzo Ferrando e Stefano  Seccia dell'Università degli Studi di Milano-Bicocca; Sofia Selmi dell'università di Modena e Reggio Emilia; Katia Galli  dell'università di Parma. "La collaborazione con Airi è preziosa: è un interlocutore molto importante per il settore  pubblico perché consente uno scambio diretto tra chi fa ricerca  finalizzata e ricerca non finalizzata", ha aggiunto il ministro.

"Abbiamo lanciato il bando a giugno, ricevendo 170 proposte da parte di studenti" - ha indicato il Presidente di Airi, Andrea  Bairati, spiegando che anche per i non premiati - "I curricula verranno resi disponibili, per eventuali contatti a fini di lavoro, alle 73 aziende associate ad Airi, che ogni anno  investono 3,5 miliardi in ricerca".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x