Lunedì, 14 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ripartire dalla cultura , a luglio gli Stati Generali del Sole 24 Ore

Cultura e Coronavirus: il Sole 24 Ore riapre nel 2021 gli Stati Generali della Cultura con il Ministro della Cultura Franceschini

26 Maggio 2021

Ripartire dalla cultura  a luglio gli Stati Generali del Sole 24 Ore

Michelangelo, David (Fonte Wikipedia)

Il settore della cultura e dello spettacolo è stato uno dei settori più colpiti dalle misure di contenimento introdotte nell’UE per frenare la diffusione del coronavirus. La fruizione della cultura nel post-pandemia non può viaggiare più su quei binari produttivi, organizzativi ed economici che la caratterizzavano nell’epoca immediatamente precedente alla pandemia.

In questi mesi sono stati messi a nudo limitazioni e modelli di business ‘pre-covid’, ma contemporaneamente si è presentata un’incredibile opportunità di rinnovamento e riorganizzazione, per chi sarà in grado di coglierla. Profondi cambiamenti culturali e tecnologici impongono nuove figure professionali, nuovi investimenti, e una nuova, diffusa competenza digitale; internazionalizzazione, transmedialità e nuove competenze sono alcuni degli elementi da non sottovalutare per un settore che deve trasformarsi per poter ripartire.

In questo scenario e a quasi dieci anni dal Manifesto per la Cultura lanciato dal Sole 24 Ore “Niente cultura, niente sviluppo” e a cinque anni dall’ultima edizione degli Stati Generali della Cultura, tenutasi a Roma presso l’Auditorium Parco della Musica, Il Sole 24 Ore ha deciso di riavviare il dialogo sull’economia della cultura tra il sistema pubblico e privato italiano in un anno, quello del 2021, in cui mai come adesso i player del settore culturale devono porsi l’obiettivo comune e condiviso di una tempestiva ripartenza economica. 

Il Sole 24 Ore, Il Sole 24 Ore-DOMENICA e Radio 24, insieme a 24 ORE Eventi e 24 ORE CulturaConfindustria Cultura Italia e AICC (Associazione Imprese Culturali e Creative) organizzano la nuova edizione 2021 degli Stati Generali della Cultura, “Le nuove frontiere della cultura”, che si terrà in diretta streaming mercoledì 14 luglio per tutta la mattinata, a partire dalle ore 9:30.

All’evento digitale parteciperà il Ministro della Cultura Dario Franceschini.

L’evento digitale degli Stati Generali della Cultura nelle sue precedenti edizioni ha sempre puntato la massima attenzione allo stato dell’economia della cultura come motore di sviluppo per il Sistema Paese. In quest’anno particolare, il focus del convegno sarà su Cultura e Sviluppo: un binomio vincente per la ripartenza economica del Sistema Italia.

Cosa si intende per sviluppo? Si intende prevedere - a monte del processo – una strategia di lungo periodo che contempli l’innovazione, intesa come innovazione di processi, di figure professionali, di luoghi e spazi fisici integrati con il digitale. La strategia passa necessariamente dall’integrazione tra pubblico e privato.

Una nuova strategia dovrà essere adottata in particolare nel campo delle performing arts con le nuove forme di produzione e dell’editoria culturale e le nuove modalità di fruizione, i due focus delle tavole rotonde della mattinata di lavori.

 Sono previsti interventi dei più importanti esponenti della politica, dell’arte e dell’economia della cultura. Interverrà il ministro della cultura Dario Franceschini, e, tra gli altri relatori già confermati, il Presidente Confindustria Cultura Italia Innocenzo Cipolletta, il Presidente AICC Luigi Abete, il Presidente Associazione Italiana Editori Ricardo Franco Levi, la Direttrice Artissima Torino Ilaria Bonacossa, Francesco Rutelli Presidente ANICA, Stefano Boeri Presidente Triennale di Milano, Guido Guerzoni Docente Ricercatore Dipartimento di Analisi delle Politiche e Management Pubblico Università Bocconi, Sergio Ricciardone Direttore artistico Club to Club festival.

Le iscrizioni all’evento – che è aperto sia agli esperti e professionisti del settore sia al grande pubblico – sono gratuite e già attive, così come le partnership con le aziende che vogliono supportare l’evento.

 Shaa è Partner Tecnico dell’evento.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti