Domenica, 11 Aprile 2021

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Cultura, Franceschini: 'Rinascimento dopo la crisi'

Dalla Sardegna arriva l'unico spiraglio di luce: "Ci aspettano ancora dei mesi bui". E intanto i fondi per la cultura vengono tagliati.

18 Marzo 2021

Dario Franceschini

Dario Franceschini (fonte foto Lapresse)

Non appena la crisi sarà finita, per la cultura italiana ci sarà un nuovo Rinascimento. Lo sostiene il Ministro Dario Franceschini, ottimista, mentre presenta ai parlamentari di Camera e Senato il suo programma di governo. Ma ci aspettano ancora dei mesi bui.

Da un anno ormai il settore culturale italiano è bloccato e, avvisa Franceschini, "adesso c'è da traversare il deserto, da fronteggiare l'emergenza, ci aspettano ancora mesi bui". Ma quando tutto sarà finito, in Italia ci sarà " una ripresa dei consumi, un po' come è avvenuto nel settore dei libri, una spinta verso la ricerca di consumi nuovi".

Intanto un piccolo segnale di ripartenza arriva dalla Sardegna, unica zona bianca in Italia, dove cinema e teatri potranno finalmente riaprire il prossimo 27 marzo.

"Cultura e spettacolo sono fra i settori che hanno sofferto di più, ma per il settore c'è un grande spazio di crescita" rassicura ancora il Ministro dei beni culturali. "E' fondamentale che la cultura mantenga il centro dell'agenda politica ed economica del Paese, senza il turismo quella frase vale ancora di più, anche in termini di attrattiva, di immagine, di credibilità del Paese, la cultura è una grande risorsa. In particolare i settori emergenti del contemporaneo".

Proprio per tali motivi investire sulla cultura è una priorità, "come dovere costituzionale, ma anche come grande risorsa della crescita economica, sullo sviluppo sostenibile, al centro delle scelte di questo governo". Ma intanto i fondi che spettano a quest'ambito sono stati drasticamente ridotti: da 8,3 miliardi a 5,6.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

iGdI TV

Articoli Recenti

Più visti