Giovedì, 27 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Covid, all'Atac di Roma 1.200 lavoratori assenti: ipotesi esercito per guidare i bus

Caos all'Atac di Roma, con 1.200 lavoratori assenti per malattia a causa del Covid: si valuta l'ipotesi di utilizzare militari dell'esercito per guidare i bus

13 Gennaio 2022

Covid, all'Atac di Roma 1.200 lavoratori assenti: ipotesi esercito per guidare i bus

Fonte: lapresse.it

L'attuale ondata di Covid-19 ha gettato nel caos Atac, l'azienda di trasporti pubblici di Roma che al momento deve fare i conti con 1.200 lavoratori indisponibili per malattia. I numeri parlano chiaro: oltre 500 persone contagiate dal Covid e altre 700 a casa in quarantena. Una scure epidemica che ha colpito trasversalmente meccanici, autisti e personale amministrativo dell'azienda municipale della Capitale. Nel tentativo di superare questo momento di difficoltà, i vertici di Atac stanno valutando l'ipotesi di utilizzare militari dell'esercito come autisti degli autobus, garantendo così la continuità del servizio. 

Covid, all'Atac di Roma 1.200 lavoratori assenti

Nonostante la critica, mostra ottimismo il direttore generale di Atac Franco Giampaoletti, che ai microfoni di RomaToday dichiara: "La nostra stima è che il fenomeno della indisponibilità di personale non sia proiettato verso una crescita in termini sostanziali, è quasi certo che possa crescere il numero degli infetti ma controbilanciato da una consistente riduzione delle quarantene". Già oggi infatti, l'azienda riesce "a garantire l'erogazione del servizio, al netto di alcune perdite di corse, ma senza una permanente rimodulazione".

Se però la situazione dovesse peggiorare è già allo studio l'ipotesi di adoperare i militari come autisti dei mezzi pubblici: "È una delle ipotesi organizzative in un ragionamento più complessivo", afferma Giampaoletti, il quale tuttavia assicura che "nel frattempo prosegue l'attività di monitoraggio quotidiano dell'evoluzione della curva di assenze". I sostituti per gli autisti attualmente in malattia potrebbero però non arrivare soltanto dall'esercito. Personale qualificato potrebbe essere reso disponibile anche da altri enti del settore trasporti in collaborazione con Atac.

Previsto sciopero dei trasporti venerdì 14

I potenziali disagi per la mancanza di lavoratori nell'azienda di trasporto pubblico romana andranno con molta probabilità a sommarsi con quelli derivanti dallo sciopero previsto per venerdì 14 gennaio. A essere a rischio dalle 8:30 alle 12:30 saranno le corse di bus, metro, tram e ferrovie, incluse le linee periferiche gestite da Roma Tpl e quelle extraurbane gestite da Cotral. Ciò che richiedono i sindacati è il rinnovo del contratto scaduto nel 2017, nonché un "miglioramento delle condizioni di lavoro e per un incremento salariale per i lavoratori che garantiscono un servizio essenziale e centrale nei programmi di ripresa economica, transizione ecologica e miglioramento della qualità della vita nei centri urbani".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x