Venerdì, 28 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Covid, regole per la scuola: mascherine dai 6 anni e distanziamento

Mentre il mondo della politica si divide sull'obbligo di Green pass per docenti e personale Ata, il Ministero dell'Istruzione pubblica un piano per la ripartenza della scuola

02 Settembre 2021

Covid, regole per la scuola: mascherine dai 6 anni e distanza

Fonte: lapresse.it

Si avvicina l'inizio della scuola e milioni di studenti in tutta Italia sono pronti a ritornare finalmente sui banchi, osservando però nuove regole anti-contagio. Ritorna dunque la didattica in presenza, come già ufficializzato dal Ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi che, insieme agli esperti, ha molto combattuto per dire addio alla Dad, misura adottata per già troppo tempo in questi mesi di pandemia e risultata davvero dannosa, soprattutto per i più piccoli. Il Ministero dell'Istruzione  ha allora messo a punto un protocollo specifico per tutti gli alunni italiani che, tra qualche giorno, rincominceranno le lezioni in presenza. 

Covid, regole per la scuola: mascherine dai 6 anni e distanziamento

Mentre continua lo scontro sul Green pass obbligatorio a scuola, il Ministro Patrizio Bianchi - insieme al Ministero della Salute, l'Inail, la Fondazione Bruno Kessler e il Commissario Straordinario per l’Emergenza Covid-19 - presenta una nuova circolare ufficiale in tema di scuola in presenza e Coronavirus. In questo si leggono sia le nuove regole per la prevenzione e il controllo delle infezioni da Sars-Cov-2 sia un piano di monitoraggio per controllare la circolazione del virus negli Istituti. Il documento strategico, diretto a tutte le scuole d'Italia, elenca dunque le misure di prevenzione per l’imminente anno scolastico e impone il distanziamento di almeno un metro fra i banchi degli studenti, l’uso delle mascherine chirurgiche per i bambini sopra i sei anni (anche da seduti) e la necessità di un frequente ricambio d’aria.

Nel comunicato del Ministero si parla poi di attività extracurriculari e si dice che queste sono garantite in tutte le Regioni in zona bianca, mentre sono limitate per chi invece si trova in area gialla, arancione o rossa. Accanto al documento strategico poi è stato steso, in stretta collaborazione con le Regioni, un Piano di monitoraggio della circolazione di Sars-CoV-2 destinato alla scuola primaria e secondaria di primo grado, al fine di sorvegliare, attraverso una “rete di scuole sentinella”, la diffusione del Covid-19 a scuola anche in soggetti asintomatici.

Tale piano prevede test molecolari salivari fatti su base volontaria su bambini e ragazzi tra i 6 e i 14 anni. La campagna - che coinvolgerà almeno 55mila alunni ogni 15 giorni e sarà supportata dalla Struttura Commissariale nella sua implementazione - verrà effettuata poiché proprio i test molecolari offrono un’alta precisione del risultato. Il prelievo potrà essere effettuato in modo autonomo dalla famiglia e il test consegnato in punti di raccolta. Infine, in caso di soggetti positivi/contatti (basso o alto rischio), si seguiranno le indicazioni dei Dipartimenti di prevenzione sulla base delle procedure definite dalla rispettiva Regione/Provincia Autonoma, e del Ministero della Salute.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x