Venerdì, 28 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Charlie Watts, morto il leggendario batterista dei Rolling Stones: aveva 80 anni

Charlie Watts è stato l'ultimo tra i componenti originari dei Rolling Stones a unirsi alla band, si è spento all'età di 80 anni

24 Agosto 2021

Charlie Watts, morto il leggendario batterista dei Rolling Stones: aveva 80 anni

Morto a 80 anni Charlie Watts, leggendario batterista e cofondatore dei Rolling Stones. La notizia è stata riferita dalla Bbc, citando l'agente britannico del musicista. Watts aveva dovuto annunciare la rinuncia all'ultimo tour degli Stones nei giorni scorsi a causa di un peggioramento delle sue condizioni di salute. Secondo le ultime indiscrezioni, il decesso sarebbe avvenuto in seguito ad un'operazione d'emergenza al cuore.

Charlie Watts, morto batterista dei Rolling Stones

Charlie Watts è stato l'ultimo tra i componenti originari dei Rolling Stones a unirsi alla band. Inizialmente egli si fece le ossa nel fervidissimo ambiente blues della Londra dei primi anni sessanta sotto l'ala protettiva di Alexis Korner, in quella autentica fucina di talenti che fu la Blues Incorporated. Fu solo nel gennaio del 1963 che egli si unì in pianta stabile alla band di Jagger, Richards, Wyman e Jones, per rimanervi poi, fedelissimo, fino al giorno d'oggi. In svariate occasioni gli altri membri degli Stones hanno avuto modo di rimarcare come gran parte delle alchimie della band passino proprio attraverso il particolarissimo groove di Watts. In giovane età fu infatti più un appassionato di jazz, in particolare del drummer Chico Hamilton, tanto da affermare: "Non sapevo niente di R&B, per me il blues era Charlie Parker quando suonava lentamente."

Dopo essere andato ad abitare con gli altri nel leggendario appartamento di Edith Grove, imparerà a conoscere il blues e il Rock 'n' roll, appassionandosi per DJ Fontana, batterista di Elvis, ed Earl Phillips, batterista blues di Chicago, tra gli altri con Jimmy Reed, vero e proprio nume tutelare della band. Riuscirà tuttavia a mantenere sempre quel tocco jazzato, quasi swingante, che lo renderà diverso, più raffinato, in un ambiente, come dice Richards, di "picchiatori". Ed è proprio Keith Richards uno dei maggiori estimatori di Watts, tanto da ritenerlo "il miglior batterista con cui abbia mai suonato". Ad ogni modo Watts continuerà a nutrire la sua passione per il jazz, avviando una serie di progetti extra-Stones in ambito jazzistico. Negli anni 80 fu in tournée con una big band, che annoverava tra i suoi membri Jack Bruce e Evan Parker. Nel 1993 fonda il Charlie Watts Quintet, mentre nel 2004 è la volta del Charlie Watts Tentet.

Da segnalare anche una sua collaborazione con Jim Keltner, nata proprio in seno agli Stones. Attorno agli anni 2010 suonava anche con The ABC&D of Boogie Woogie (Axel Zwingenberger, Ben Waters, e Dave Green). In questa formazione faceva tappa anche allo Steinegg Live Festival di Collepietra vicino a Bolzano.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x