Sabato, 19 Giugno 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Philip Morris International sostiene progetti per combattere il commercio illegale

Al via terzo round di finanziamenti di PMI IMPACT

10 Giugno 2021

Philip Morris International sostiene progetti per combattere il commercio illegale

Polizia (Pixabay)

Il commercio illegale resta una piaga globale complessa che mette a repentaglio la salute degli individui in maniera irreversibile. Dal commercio illecito di tabacco al traffico di droga, animali e armi, il contrabbando è un problema che riguarda tutti noi. Ed è proprio con la finalità di combattere il contrabbando delle merci che prende il via il terzo round di finanziamento di PMI IMPACT, progetto di Philip Morris International finalizzato all'innovazione e al progresso tecnologico nella lotta al contrabbando delle merci.

Philip Morris International sostiene progetti per ridurre il commercio illegale: al via terzo round di finanziamenti di PMI IMPACT

L’iniziativa globale andrà a sostenere progetti che mirano a ridurre il commercio illegale, alla luce di quelle che sono le conseguenze nefaste per gli individui. Il terzo round di PMI IMPACT andrà a sostenere progetti che combattono il commercio illecito internazionale, che riguarda non solo i prodotti illeciti del tabacco, ma anche la contraffazione di prodotti farmaceutici ed elettronici.

"Il commercio illecito non conosce confini e sono necessarie misure efficaci per combattere questa minaccia internazionale che rappresenta una priorità assoluta per PMI poichè mina tutti i nostri sforzi per costruire un futuro senza fumo, un futuro che un giorno potrà essere senza sigarette", ha affermato Alvise Giustiniani, vice president Illicit Trade Prevention. "La pandemia ha anche avuto un impatto sulle catene di approvvigionamento, sui controlli alle frontiere e sulle interazioni transfrontaliere e ora, più che mai, abbiamo bisogno di programmi come PMI IMPACT che scambino competenze e riuniscano organizzazioni, idee e soluzioni per sradicare il commercio illegale".

Le proposte - che saranno avanzate da organizzazioni pubbliche, private o senza scopo di lucro, tra cui organizzazioni governative, organizzazioni internazionali, associazioni, istituzioni accademiche e aziende private – dovranno chiaramente centrare uno dei temi cardine della questione: Controllo delle frontiere, Sviluppo e rafforzamento delle capacità operative, Giustizia riparativa e protezione delle vittime, Coinvolgimento degli stakeholder, sensibilizzazione e cooperazione internazionale, Covid-19 e la minaccia del commercio illecito. La domanda potrà essere presentata dai soggetti interessati entro una delle seguenti date: il 15 settembre 2021, il 15 febbraio 2022, il 15 agosto 2022. A valutare le candidature saranno i membri dell’Expert Council, che comprende un team di esperti specialisti nel campo del diritto, della lotta alla corruzione e della tecnologia.

"PMI IMPACT offre alle organizzazioni una piattaforma per proporre soluzioni per affrontare la problematica realtà del commercio illegale. - a dichiararlo è Navi Pillay, sostenitrice dei diritti umani e membro del PMI IMPACT Expert Council - Non vediamo l'ora di valutare le domande nel terzo round di finanziamento: il livello di interesse che l'iniziativa riceve è davvero notevole. È promettente vedere così tante organizzazioni che lavorano risolutamente per combattere il commercio illecito".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x