Martedì, 28 Giugno 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Bain & Company, Prioreschi: "Obiettivi net zero non raggiungibili prima del 2057: agire su città e informazioni interconnesse"

Roberto Prioreschi, Managing Partner Bain & Company Italia e Turchia, a Il Giornale d'Italia: "Necessario fare sistema, ciò che manca a questo paese è riuscire ad interconnettere i vari player verso un obiettivo comune"

15 Giugno 2022

Roberto Prioreschi, Managing Partner Bain & Company Italia e Turchia, a Il Giornale d'Italia:

"Oggi parliamo di smart city e della gestione di dati e informazioni per creare infrastrutture che possano cambiare il footprinting del nostro Paese sia dal punto di vista di digitalizzazione che sostenibilità. Con il PNRR abbiamo tantissime risorse, ma è fondamentale riuscire ad accompagnare verso un mondo molto più sostenibile attraverso la gestione dei dati e l'interconnesione delle informazioni. Gli obiettivi net zero al 2030 sappiamo che verranno realisticamente raggiunti non prima del 2057: quello che possiamo fare è agire sulla gestione delle città e delle informazioni interconnesse in logica di piattaforma come strumento per accelerare il percorso di decarbonizzazione.

Ci sarà un confronto con la citta di New York, una delle pochissime realtà che ha implementato un sistema di smart city degno di questo nome. 

Credo che sia necessario fare sistema, ciò che manca a questo paese è riuscire ad interconnettere i vari player verso un obiettivo comune.

Il tema dell'elettrificazione nel contesto geopolitico attuale che vede un revamping delle forme tradizionali di produzione di energia elettrica per risolvere il problema contingente del gas, pone degli accenti non particolarmente positivi sulle strategie di breve o medio termine da parte delle aziende, ad esempio il ritorno a pensare al carbone come forma di produzione energetica. Dobbiamo traguardare i prossimi 10/15 anni: il settore dell'energia si muove su orizzonti temporali di medio o lungo perido, ecco perché credo che sia necessario lavorare a livello europeo in maniera più integrata avendo un piano di sviluppo delle nostre risorse alternative (in particolare le rinnovabili) e guidare l'elettrificazione del nostro Paese e del resto Europa. Tutto questo è fondamentale per traguardare gli obiettivi che ci siamo dati e che la Comunità Europea ha confermato."

Torna all'articolo

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti