Sabato, 02 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Alleanza, Davide Passero: “L’Italia deve colmare un gap di educazione finanziaria, andiamo nelle scuole e investiamo oggi sui cittadini virtuosi del domani”

Davide Passero, CEO di Alleanza Assicurazioni, a Il Giornale d’Italia: “L'Italia insieme al Giappone ha un tasso di risparmio tra i più alti nei paesi sviluppati, ma anche il più basso livello di competenze finanziarie. Questo crea discriminazione e si rischia di sbagliare la destinazione del proprio risparmio”

20 Maggio 2022

Davide Passero, CEO di Alleanza Assicurazioni, a Il Giornale d’Italia:

“Come Alleanza Assicurazioni abbiamo testimoniato il nostro impegno sul versante dell’educazione finanziaria. Noi avevamo un programma nazionale di sviluppo e sostegno all’educazione finanziaria della popolazione, tema centrale in termini di sostenibilità del paese. L’educazione finanziaria è stata indicata dalle Nazioni Unite come uno degli obiettivi dell’agenda 2030 e l’Italia deve colmare un gap di educazione finanziaria. Noi abbiamo uno dei livelli più bassi tra i paesi Ocse, siamo al penultimo posto davanti a solo all’Arabia Saudita, le grandi istituzioni pubbliche si sono messe in campo, ma anche gli operatori privati devono fare la propria parte. Noi stiamo cercando di dare il nostro contributo con eventi, informazione e coinvolgimento di centinaia di migliaia di persone. Mi fa piacere che questa attività abbia avuto un palcoscenico per poter essere presentata e condivisa".

"Abbiamo un paradosso in Italia, siamo tra i paesi più virtuosi dal punto di vista di risparmio, con il Giappone abbiamo un tasso di risparmio tra i più alti tra i paesi sviluppati, e al tempo stesso abbiamo il più basso livello di competenze finanziarie. Questo crea discriminazione, perché chi non ha un livello adeguato di educazione finanziaria risparmia, ma rischia di sbagliare la destinazione del proprio risparmio. Questo è un tema invasivo, che riguarda in particolar modo i giovani, infatti questo tema di educazione è tanto più accentuato tra la popolazione femminile e i giovani. Per questo bisogna anche andare tra le scuole: noi abbiamo programmi che arrivano nelle scuole per investimenti oggi su dei giovani che saranno cittadini virtuosi un domani.”

Torna all’articolo

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti