Venerdì, 27 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Marcegaglia: "Fondamentale intenzione del governo: andare in Europa e fissare price-cap sul gas"

Emma Marcegaglia, ex presidentessa di Confindustria: "La dipendenza dell'Europa non è solo sul gas: anche sui semiconduttori, sull'acciaio e, in generale, nel settore tech. Bisogna investire per avere più campioni italiani ed europei e non dipendere da Paesi lontani, in un prossimo futuro in cui ci sarà meno globalizzazione e più regionalizzazione"

23 Marzo 2022

Emma Marcegaglia, amministratore delegato gruppo Marcegaglia ed ex presidentessa di Confindustria, a Il Giornale d'Italia in occasione del Bloomberg Capital Markets Forum:

"Il grande tema di oggi è il costo dell'energia. Siamo molto impreparati perché abbiamo una formula energetica completamente sbagliata, totalmente dipendente sul gas, che importiamo al 42% dalla Russia".

"Quando la Russia invase la Crimea nel 2014 tutti a livello europeo dissero che dovevamo ridurre la dipendenza: il risultato è che l'abbiamo aumentata. Bisogna andare in Europa e ottenere un cap sul prezzo del gas. La posizione del governo italiano sarà questa".

"Dobbiamo avere un mercato energetico unico a livello europeo. In Spagna ci sono tanti rigassificatori che potrebbero portare gas liquefatto ma poi non ci sono collegamenti di tubi con l'Italia e la Francia"

"L'Italia deve diversificare le fonti del gas: quindi aumentare quello importato dall'Algeria, dalla Libia e Norvegia. Dobbiamo costruire nuovi rigassificatori ma soprattutto ricominciare a produrre di più a livello nazionale. Nel 2000 bruciavamo 20 miliardi di metri cubi di gas, oggi siamo a 3,2. Fondamentale anche diminuire la burocrazia nel settore di costruzione dell'energia. Bisogna agire subito, a maggior ragione ora che Putin ha chiesto agli europei di pagare il gas in rubli"

"Ma la dipendenza dell'Europa non è solo sul gas: anche sui semiconduttori, sull'acciaio e, in generale, nel settore tech. Bisogna investire per avere più campioni italiani ed europei e non dipendere da Paesi lontani, in un prossimo futuro in cui ci sarà meno globalizzazione e più regionalizzazione. Il governo deve investire di più sull'innovazione delle imprese italiane".

"Il nostro rapporto economico con la Russia è sempre stato molto forte ma davanti a situazioni di questo tipo non possono che esserci sanzioni".

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti