Sabato, 04 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

WPP Innovators 2021, Beduschi (WPP): "Mercato pubblicitario 2021 in recupero, preoccupazioni per i primi mesi del 2022"

"Stasera siamo al fianco di ragazzi giovani e talentuosi che hanno avuto idee capaci di rappresentare le sfide del domani. I giovani sono il nostro vero patrimonio". L'intervista a Il Giornale d'Italia

20 Ottobre 2021

“Questa sera la WPP insieme alla Triennale e al Comitato Scientifico premia una serie di strat up tra cui ne verrà selezionata una caratterizzata dall’aver avuto un’idea particolarmente geniale, utile, sostenibile ed inclusiva e immagine di una grande azienda del domani" - così Massimo Beduschi, Chairman di WPP Italy and CEO & Chairman di GroupM Italy ai microfoni de Il Giornale d'Italia in occasione della quarta edizione del WPP Innovators.

"Parlare oggi di innovazione, in Italia, non vuol dire fare riferimento solamente alla tecnologia e al digitale" - continua Beduschi - "Questi sono solamente gli strumenti che l'innovazione utilizza per collaborare, creare, inventare, sognare e preparare il futuro che verrà.

Questa sera vediamo molte delle sfide post pandemia che riguardano l’ambiente, il cibo e il vestiario sostenibile. Si parla in maniera ossessiva delle sfide che ci attendono ma adesso è il momento di agire. Stasera infatti vediamo ragazzi giovani e talentuosi che hanno avuto idee capaci di rappresentare le sfide del domani e che noi, come WPP, premieremo affiancandoli con le nostre capacità media per permettere loro di essere conosciuti e ottenere successo nella loro attività. Da sempre noi crediamo nei giovani e questo è evidente nel fatto che ne abbiamo una quota superiore alla media di mercato. I giovani sono il vero patrimonio.

Si chiude bene il mercato pubblicitario 2021 nonostante qualche rallentamento che si vede legato alla crisi dei microchip e delle materie prime che stanno portando gli investitori a tirare un po’ il freno a mano a causa di qualche preoccupazione in più. Una preoccupazione relativa più ai primi mesi del 2022 piuttosto che su gli ultimi mesi di quest’anno che sta chiudendo in recupero”.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti