Sabato, 16 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

SuperSalone 2021, Mocchetti: “A Milano e nell’hinterland sono le aziende che fanno il design”

L' architetto e interior designer spiega a Il Giornale d'Italia l'importanza del design in Italia oggi

06 Settembre 2021

“Abbiamo inaugurato la mostra per la Galleria Oblong qui al Superstudio che è uno dei posti deputati al Salone del Mobile- dichiara a Il Giornale d’Italia Ettore Mocchetti, architetto e interior designer - quest’anno è un Salone in forma ridotta però il FuoriSalone è sempre ricchissimo e quindi al Superstudio dove ci sono sempre delle manifestazioni stupende abbiamo inaugurato questa mostra che conta soprattutto su una personale al piano terra di Bombardieri che  uno scultore visionario indubbiamente che non è così conosciuto come dovrebbe essere. Mentre al piano superiore una serie di artisti e scultori noti che significano la nuova pittura e scultura in Italia, non sono tutti italiani, c’è la scuola latino-americana però è un campo internazionale che sta avanzando con un astratto non astratto e quindi è molto interessante. Ci sono delle installazioni di art design all’ingresso con due poltrone di Nave Arosio interpretate da Bombardieri però è complicato dire dove sta andando il design, anche perché ci vorrebbe una definizione esatta di design che non ha ancora detto e fatto nessuno".

"A Milano e nell’hinterland sono le aziende che fanno il design, che hanno un savoir-faire incredibile-continua Mocchetti - siamo i più bravi del mondo e quindi il design è nato in questo modo con le aziende che hanno curato i progetti dei tanti designer e architetti e che sanno fare le cose e noi italiani le sappiamo fare bene. Penso che si dovrà vedere nel prossimo Salone di aprile per vedere cosa è cambiato nel design. Non è cambiato molto, c’è una rincorsa a fare delle cose sempre più interessanti e accattivanti però veri e propri exploit non ne ho visti, poi magari ci sono. Per cui l’importanza di fare una mostra d’arte e che oggi l’arte è entrata prepotentemente nelle case, si ama mettere i pezzi d’arte nelle case fanno parte dello scenario domestico, una casa senza un pezzo d’arte è una casa povera che non esiste. Quindi direi che il connubio giusto è arte e design, inteso come arredamento d’interni, ben diverso dal design, oggi la gente cerca il bel pezzo di scultura e di pittura e questa è una cosa magnifica, la tendenza è quella di mettere sempre più arte nelle case, quindi il connubio arte e design è lì da vedere.”

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti