Mercoledì, 19 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Stefano Raimondi e Giulia Terzi fidanzati: la favola d'amore dei due nuotatori d'oro alle Paralimpiadi

I due nuotatori che hanno sbaragliato gli avversari alle paralimpiadi di Tokyo 2020, Giulia Terzi e Stefano Raimondi, sono fidanzati

28 Agosto 2021

Stefano Raimondi e Giulia Terzi: la favola d'amore dei due nuotatori d'oro del nuoto paralimpico

Fonte: instagram

Stefano Raimondi e Giulia Terzi, due incredibili nuotatori italiani nel dream team che sta gareggiando in questi giorni alle Paralimpiadi 2021 di Tokyo, sono fidanzati. I due sono uniti da una passione incredibile per lo stesso sport e dalla forza di non fermarsi davanti alle avversità. 

Stefano Raimondi e Giulia Terzi: la favola d'amore dei due nuotatori d'oro del nuoto paralimpico

Stefano Raimondi è nato il 1 gennaio 1998 a Soave, in provincia di Verona, ha visto la sua vita ribaltata e costretta a cambiare dopo un incidente avvenuto mentre era in sella al suo scooter. In seguito al drammatico scontro ha subito una lesione alla gamba sinistra. Dal 2018, appena ventenne, ha praticamente vinto tutto nelle categorie in cui gareggia. Ha esordito con tre ori, due argenti e tre bronzi agli Europei di Dublino 2018, e non si ferma qui. Sta raggiungendo risultati incredibili ai Giochi Parolimpici di Tokyo 2020

Stefano Raimondi ha poi confessato il suo amore per la nuotatrice Giulia Terzi in un momento veramente emozionante. Dopo aver vinto l’oro dei 100 rana di nuoto categoria Sb9 alle Paralimpiadi di Tokyo 2020 non ha trattenuto l’emozione. Lo abbiamo visto gioire e piangere, poi qualche minuto dopo, ha confessato di essere innamorato, ai microfoni di Raisport. La favola d’amore è di quelle che emozionano. Stefano Raimondi infatti condivide un rapporto d’amore molto intenso con la nuotatrice Giulia Terzi.

Stefano Raimondi e Giulia Terzi fidanzati

Anche Giulia Terzi ha esordito quest'anno alle Paralimpiadi. La ragazza a 4 anni si è vista diagnosticata una scogliosi congenita, che la costringe sulla sedia a rotelle. La ragazza è nata a Milano nel 1995 e anche lei non si è persa d’animo: nel 2019 ha esordito a livello internazionale, ai Mondiali di Londra. Qui ha vinto un argento, nella staffetta 4×50 misti 20 punti, e due bronzi individuali. Come ogni favola che si rispetti, è scesa in vasca dopo la vittoria di Stefano Raimondi, con la staffetta 4×50 stile libero 20 punti, e si è presa anche lei la sua medaglia: un favoloso argento.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x