Venerdì, 30 Settembre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

The Corporate Communication Magazine, presentato il nuovo numero: al centro cybersecurity e privacy

Data-driven communication tra cybersecurity e privacy: di questo si è parlato ieri all'evento organizzato dall'Osservatorio internazionale sulla comunicazione corporate e istituzionale presieduto da Stefano Lucchini, il quale ha riunito attori del pubblico e del privato

20 Luglio 2022

The Corporate Communication Magazine, presentato il nuovo numero: al centro cybersecurity e privacy

Il nuovo numero di The Corporate Communication Magazine, rivista trimestrale prodotta dal primo Osservatorio internazionale sulla comunicazione corporate e istituzionale, il cui Comitato scientifico è presieduto da Stefano Lucchini, è stato presentato ieri a Roma in occasione di un evento che ha riunito i principali players in materia di cybersicurezza.

“Data-driven communication: tra cybersecurity e privacy” è infatti il titolo del nuovo numero che ha l'intento di fotografare l'era della datification, la quale pone nuove domande alle aziende coinvolte che devono puntare a un efficace traduzione dei dati per attuare la loro strategia. Centrale in questo il ruolo della comunicazione. 

Sono intervenuti diversi esperti tra i quali Roberto Baldoni, Direttore dell’Agenzia per la cybersicurezza nazionale (ACN), Barbara Carfagna, giornalista RAI, Simone Crolla, Consigliere Delegato American Chamber of Commerce in Italy, ed Eugenio Santagata, Chief Public Affairs & Security Officer TIM Group e CEO di Telsy. Modera l’incontro Janina Landau, Responsabile della sede romana Class CNBC.

Snam, Rutigliano: “Con i data analytcs riusciamo a intervenire in maniera predittiva sulla domanda di gas”

VIDEO-Snam, Rutigliano: “Con i data analytcs riusciamo a intervenire in maniera predittiva sulla domanda di gas”

Patrizia Rutigliano, Executive Vice President Institutional Affairs, ESG, Communication & Marketing di Snam, a Il Giornale d'Italia in occasione dell’evento:

“In chiave geopolitica i data analytics sono fondamentali. Nel settore dell’energia per esempio lavoriamo molto sull’analisi predittiva della domanda, questo ci consente di poter rispondere adeguatamente alle esigenze. Questo è un tema che ci consente di mutuare dall’analisi dei dati la possibilità di incidere in termini di business. Dal punto di vista della comunicazione la gestione di questi dati ci sta consentendo di dare in tempo reale l’informazione su quali flussi di gas arrivano, perché ne arrivano di meno e possibilmente integrarli. In questo momento è dunque fondamentale”.

Telsy, Santagata: "Cybersecurity, la sfida è allargare la base delle competenze e promuovere soluzioni italiane"

VIDEO- Telsy, Santagata: "Cybersecurity, la sfida è allargare la base delle competenze e promuovere soluzioni italiane"

Eugenio Santagata, Amministratore Delegato di Telsy, a Il Giornale d'Italia:

"Il dato è protagonista dell’incontro di oggi. La sfida sarà quella delle competenze, ossia cercare di riportare nel nostro Paese tantissimi italiani che ci fanno onore per le competenze informatiche, ma che non sono qui per la mancanza di competitività sul costo del lavoro. Bisogna guardare a questo tipo di misure come un investimento. É necessario promuovere la scelta di soluzioni tecnologiche italiane: solo in questo caso si crea innovazione e si cresce”.

AmCham, Crolla: "Dati, trovare punto d'incontro tra Usa e Europa per lo sviluppo economico"

VIDEO- AmCham, Crolla: "Dati, trovare punto d'incontro tra Usa e Europa per lo sviluppo economico"

Simone Crolla, Managing Director di AmCham, a Il Giornale d'Italia:

"Dam punto di vista americano la protezione e la proprietà del dato è un tema utilitaristico: per loro il dato che si genera quando facciamo ricerche in internet può essere venduto e comprato, è un abilitatore di innovazione startup e di crescita economica. L’approccio europeo, invece, è più generalista e prevede che il dato sia un bene inanellabile della persona da proteggere. Queste due visioni devono trovare un punto di incontro, che consentirebbe lo sviluppo dell'economia dei dati soprattutto in Europa, dove è meno sviluppata rispetto agli Stati Uniti”.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x