Sabato, 25 Giugno 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Generali presenta 'This is Tomorrow': i nuovi manifesti d'autore in mostra a Milano

Il Presidente di Generali Andrea Sironi a Il Giornale d'Italia: "Raffigurazioni d'autore dei primi del 900 si uniscono a raffigurazioni attuali di artisti giovani e provenienti da tutto il mondo". Luca Massimo Barbero: "I 190 anni dalla fondazione di Generali sono ricchi di un immaginario visivo che risale alle loro origini, si snoda attraverso quasi due secoli di impegno e di comunicazione sociale"

14 Giugno 2022

Generali presenta 'This is Tomorrow': i nuovi manifesti d'autore in mostra a Milano

Generali presenta “This is Tomorrow”, il progetto che celebra e rinnova la tradizionale collaborazione della Compagnia con rinomati illustratori e artisti per raccontare la società, interpretare la realtà e il suo cambiamento nel segno della sostenibilità attraverso l’arte dei manifesti. “This is Tomorrow”, curato da Luca Massimo Barbero, storico dell’arte e Direttore dell’Istituto di Storia dell’Arte della Fondazione Cini, espone fino al 14 luglio in Piazza Tre Torri a Milano, ai piedi della Torre Generali, sei opere commissionate ad artiste e artisti internazionali contemporanei e messe a confronto con alcune produzioni dei più noti cartellonisti che tra Ottocento e Novecento hanno collaborato con la Compagnia (tra i quali Marcello Dudovich, Gino Boccasile, Achille Beltrame, Gian Luciano Sormani).

Cornice espositiva dei manifesti è la giostra concepita dallo studio Migliore+Servetto, un’installazione dinamica nella piazza di CityLife, di circa 9 metri di diametro e 5 metri di altezza, che a partire dalla ricchezza dell’archivio del Gruppo mette in dialogo l’immagine grafica con la vita della piazza. La forma a clessidra dell’intera struttura richiama la tradizionale giostra carosello ed è segnata dal colore rosso, identitario per Generali. I manifesti saranno visibili anche nell’allestimento di The Gallery, lo spazio Generali dedicato alla fotografia e all’arte nella fermata della metropolitana Tre Torri. Scopo principale del progetto, ideato a chiusura delle manifestazioni per i 190 anni dalla fondazione della Compagnia, è interpretare valori e temi cari a Generali legati all’impegno del Gruppo per la sostenibilità: dalla tutela del clima e della biodiversità all’attenzione nei confronti delle comunità - anche attraverso l’attività della Fondazione The Human Safety Net -, dal rapporto tra le generazioni all’interazione tra persone e tecnologia, fino all’ambizione di essere Partner di Vita dei clienti. Un’esplorazione della contemporaneità, dalla forte carica suggestiva, che conferma l’impegno del Gruppo a diffondere i suoi valori portanti e a interpretare la realtà in modo sempre attuale.

Generali, Andrea Sironi a Il Giornale d'Italia: "Raffigurazioni d'autore dei primi del 900 si uniscono a raffigurazioni attuali di artisti giovani e provenienti da tutto il mondo"

VIDEO-Generali, Andrea Sironi: "Importanti sfide come sistema paese, dobbiamo fare la nostra parte"

Così Andrea Sironi, Presidente di Generali: "Generali è attiva su questo fronte da diversi anni, un tema importante che rappresenta il perno del Piano Strategico di gruppo. Le sfide che abbiamo di fronte come sistema paese e come Europa sono molto rilevanti e come gruppo dobbiamo fare la nostra parte".

Il Presidente Sironi a Il Giornale d'Italia: "Credo che queste opere siano bellissime, anche il legame tra passato, presente e futuro sia un bellissimo esempio. Ci sono delle raffigurazioni d'autore dei primi del 900 e poi quelle attuali, fatte da artisti giovani provenienti da tutto il mondo. Credo che anche questo sia parte dei valori di Generali, gruppo aperto e inclusivo", conclude.

Generali, Bemporad: "Manifesti, forte valore simbolico di un messaggio ancorato alla tradizione ma con lo sguardo al futuro"

VIDEO-Generali, Bemporad: "Manifesti, forte valore simbolico di un messaggio ancorato alla tradizione ma con lo sguardo al futuro"

Simone Bemporad, Direttore della Comunicazione e degli Affari Istituzionali di Generali a Il Giornale d'Italia: "I manifesti rappresentano uno dei simboli di Generali, che all'inizio della sua storia ha cominciato a raccontare cosa faceva attraverso i manifesti. Una forte centralità dell'immagine e della capacità dell'immagine di colpire e di rendere in modo efficace il concetto e il bisogno da soddisfare. Anche nei nostri archivi a Trieste l'iconografia che c'è sul mondo delle assicurazioni è straordinario: tutta la resa, attraverso immagini e disegni, delle statistiche che venivano registrate in maniera assolutamente artigianale dal punto di vista della frequenza delle precipitazioni, dei fenomeni atmosferici, per poi poter concepire prodotti a protezione delle coltivazioni, ad esempio.

L'idea di questo progetto sostanzialmente è quella di riprendere una cosa antica e tradizionale delle Generali trasferendo un messaggio moderno che guarda al futuro, incentrato sul tema dell'interesse di lungo termine di tutti i nostri stakeholder. Questi sono messaggi che si lasciano aperti alla fantasia di chi li guarda per interpretare e potersi riconoscere in quella che ormai è una realtà imprescindibile del business, che non può essere centrato solo e soltanto sulla propria sopravvivenza ma deve guardare anche alla propria prosperità, e un business per essere prospero ha bisogno di una società prospera intorno a sé e quindi non è più su un'isola separata dal resto che pensa al proprio successo ma deve essere un attore del successo collettivo", conclude.

Generali, Simone Bemporad: "Un futuro da costruire evolvendo dalle proprie radici, guardando alle sfide del nostro tempo"

Simone Bemporad, Direttore della Comunicazione e degli Affari Istituzionali di Generali, ha affermato: “I manifesti d’autore sono sempre stati parte della tradizione per le Generali. Oggi questa tradizione, attraverso quasi due secoli di storia, rivive con nuove interpretazioni di valori e temi che continuano a guidare e ispirare l’impegno del Gruppo per contribuire alla realizzazione di un futuro più sicuro e sostenibile. Un futuro da costruire evolvendo dalle proprie radici, guardando alle sfide del nostro tempo e dove le persone possano progredire e prosperare, in una società più sana e resiliente”.

"This is Tomorrow", Luca Massimo Barbero: "190 anni di Generali tra nuovi impegni e nuove sfide"

VIDEO-"This is Tomorrow", Luca Massimo Barbero: "190 anni di Generali tra nuovi impegni e nuove sfide"

Luca Massimo Barbero a Il Giornale d'Italia: "This is Tomorrow è un nuovo modo di comunicare, ma non solo l'impegno di Generali ma soprattutto l'idea di tornare al futuro del postere del manifesto per proiettarlo poi in una nuova dimensione, quindi 190 anni di Generali tra nuovi impegni e nuove sfide e degli artisti internazionali che hanno lavorato su questi tempi in modo totalmente libero per raccontare anche alle nuove generazioni questi temi. Ogni immagine è un punto di partenza di un tema e deve essere scoperta, sperimentata", conclude.

Luca Massimo Barbero: "I 190 anni dalla fondazione di Generali sono ricchi di un immaginario visivo che risale alle loro origini, si snoda attraverso quasi due secoli di impegno e di comunicazione sociale"

Luca Massimo Barbero ha affermato: “I 190 anni dalla fondazione di Generali sono ricchi di un immaginario visivo che risale alle loro origini, si snoda attraverso quasi due secoli di impegno e di comunicazione sociale. Le artiste e gli artisti che sono stati convolti hanno avuto modo di attraversare ed approfondire la galassia di interessi e l’impegno che la Compagnia affronta internazionalmente. Da quell’universo ognuno di loro ha tratto ispirazione creando una serie di studi e ricerche visive che, come esito, hanno dato vita a queste illustrazioni straordinarie ed efficaci, illuminate dal senso della storia e dall’energia visiva contemporanea”.

"This is Tomorrow", Ico Migliore: "Un allestimento che racconta la storia dei manifesti e il futuro di Generali"

VIDEO-"This is Tomorrow", Ico Migliore: "Un allestimento che racconta la storia dei manifesti e il futuro di Generali"

Ico Migliore, in occasione della presentazione di This is Tomorrow, a Il Giornale d'Italia: "Con Generali abbiamo già fatto le Procuratie Vecchie in Piazza San Marco, un progetto di grande collaborazione tra noi e loro. Questa è stata una grande occasione per portare in piazza una festa che racconta la storia dei manifesti e il futuro di Generali, il pubblico sarà coinvolto perché questi manifesti sono montati sulla giostra. Abbiamo progettato l'allestimento dello spazio, abbiamo progettato questo concetto espositivo che voleva riportare non una parte espositiva ma una sorta di festa in cui il pubblico fosse coinvolto in uno spazio fortemente democratico", conclude.  

Ico Migliore e Mara Servetto: "Progettare per lo spazio urbano significa in fondo ospitare nuove esperienze e accrescere la consapevolezza"

Ico Migliore e Mara Servetto, Migliore+Servetto, hanno affermato: “Abbiamo pensato l’installazione per Generali in Piazza Tre Torri, a Milano, come una sorta di giostra-cantastorie contemporanea capace di riportare i significati che storicamente la piazza ha assunto sotto il segno della festa, della meraviglia e della fantasia, dimostrando come anche la bellezza del sapiente tratto grafico di manifesti possa essere per tutti un’inesauribile fonte di immaginazione. Progettare per lo spazio urbano significa in fondo ospitare nuove esperienze e accrescere la consapevolezza”.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x