Giovedì, 26 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Linkem, a Rebibbia il laboratorio che da lavoro alle detenute. In visita la Ministra Cartabia e il Ministro Colao

La Ministra della Giustizia Marta Cartabia e il Ministro per l'innovazione tecnologica e la transizione digitale Vittorio Colao hanno oggi visitato il Laboratorio Rework di Linkem nella Casa Circondariale Femminile di Roma Rebibbia "Germana Stefanini”

09 Febbraio 2022

Linkem, a Rebbibia il laboratorio che da lavoro alle detenute. In visita la Ministra Cartabia e il Ministro Colao

Si è svolta oggi la visita della Ministra della Giustizia Marta Cartabia e del Ministro per l'innovazione tecnologica e la transizione digitale Vittorio Colao presso il “Laboratorio Rework” di Linkem, all’interno della Casa Circondariale Femminile di Roma Rebibbia "Germana Stefanini”.

Ad accogliere i Ministri c’erano il direttore del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria Bernardo Petralia, il Provveditore Carmelo Cantone, la Vicedirettrice dell’Istituto, Anna Del Villano, il Comandante Dario Pulsinelli, e l’Amministratore Delegato di Linkem, Davide Rota, che hanno illustrato le finalità del progetto voluto dalla Direttrice Alessia Rampazzi nell’ottica della rieducazione e reinserimento dei detenuti nella società.

I Ministri hanno visitato gli spazi dove lavorano dodici detenute assunte lo scorso novembre dall’Operatore 5G. L’inserimento è avvenuto al termine di uno specifico programma di formazione finalizzato al trasferimento delle competenze tecniche necessarie a realizzare la rigenerazione degli apparati terminali di rete installati presso le case degli utenti.

Il progetto di Rebibbia segue l’esperienza maturata da Linkem nella Casa Circondariale di Lecce, dove Linkem aveva già assunto dieci detenuti nella sezione maschile e realizzato il progetto di trasformazione digitale UNiO, la piattaforma di trasformazione digitale e gestione dei video colloqui con i familiari che consente ai detenuti di usufruire di postazioni dedicate e progettate ad hoc.  

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x