Mercoledì, 08 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Slovenia, il caso dell'infermiera che si dimette dopo aver "smascherato" il vaccino contro il Covid

"Tre tipi di vaccino", ha denunciato l'infermiera slovena, uno è "falso" per i soli politici, uno è la "classica bottiglia di RNA", uno "fa venire il cancro"

22 Novembre 2021

Slovenia, il caso dell'infermiera che si dimette dopo aver "smascherato" il vaccino contro il Covid

Fonte: Facebook profilo STOP Lažnivim Medijem

Sul web gira una notizia in merito a una presunta infermiera che in Slovenia avrebbe "smascherato" le falsità sul vaccino contro il Covid. Tale infermiera si è presentata a una folla come la caposala dell'University Medical Center, centro clinico di Lubiana, che si occupa di ricevere e poi distribuire i flaconi. Dopo aver presentato le proprie dimissioni, sarebbe uscita davanti alle telecamere e ha tirato fuori i sopracitati falconi di vaccini. Quindi ha mostrato alle persone i codici sulle bottiglie in cui ognuna contiene 1, 2 o 3 cifre nel codice. Dunque ha spiegato il significato di questi numeri.

Il VIDEO: 

Slovenia, infermiera si dimette dopo aver "smascherato" il vaccino

Il numero 1 ha detto che è placebo, soluzione salina, e che va dato solo ai politici. Il numero 2 invece sarebbe una classica bottiglia di RNA. Infine, per quanto riguarda la numero 3, si tratterebbe di un bastoncino di RNA che contiene il gene onco, legato all'adenovirus che contribuisce allo sviluppo del cancro, che l'infermiera afferma si manifesterà entro 2 anni. Infine la donna ha asserito di aver assistito personalmente alla puntura di tutti i politici e magnati e tutti hanno ricevuto la puntura numero 1.

Ora, più di un dubbio rimane. Infatti, se fosse veramente come dice lei, questo sarebbe un segreto che starebbero mantenendo circa 60 milioni di persone, parlando solo di medici e infermieri di tutto il mondo. Non proprio dunque qualcosa di conosciuto solo alle "élite". Tutto fa pensare infatti che si tratti dell'ennesima bufala che gira nel web contro il vaccino. In ogni caso, a quanto pare, l'infermiera avrebbe - il condizionale è sempre d'obbligo - scatenato una vera e propria inchiesta giudiziaria. Staremo a vedere come va a finire.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x