Sabato, 16 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Terna, transizione ecologica: da intraprendere tenendo conto degli aspetti economici e sociali

Il Ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini e la Presidente e l'Ad di Terna, Valentina Bosetti e Stefano Donnarumma, hanno dialogato nell'ambito di un evento sulla transizione ecologica organizzato dall'azienda

13 Ottobre 2021

Terna, transizione ecologica: da intraprendere tenendo conto degli aspetti economici e sociali

Transizione energetica ed ecologica accompagnate da considerazioni economiche e sociali. Questi i temi al centro del dibattito che si è tenuto oggi tra la Presidente e l'Ad dell'azienda Terna, Valentina Bosetti e Stefano Donnarumma, e il Ministro delle Infrastrutture Enrico Giovannini, in occasione dell'evento organizzato da Terna per ASviS Italia alla Terrazza Civita di Roma.

Il fondi del Next Generation Eu arrivano a sostenere una sfida molto impegnativa per l'Europa: raggiungere gli obbiettivi del pacchetto climatico “Fit for 55”, che riassume le proposte legislative fatte dalla Commissione Europea per realizzare entro il 2030 tutti i punti del Green Deal. In particolare, la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra del 55% rispetto ai livelli del 1990, con l’obbiettivo di arrivare alla carbon neutrality per il 2050.

"Non dimentichiamoci che la transizione ecologica chiede un ripensamento profondo nel funzionamento dei sistemi e un approccio sistemico”, ha commentato il Ministro Giovannini nell'ambito dell'incontro.

Per Terna i temi della sostenibilità, della decarbonizzazione, dello sviluppo di una rete elettrica resiliente sono al centro della strategia aziendale. Oggi il 95% degli investimenti sono “green” in base ai criteri della tassonomia europea, con un Piano di Sviluppo di Terna che prevede oltre 18 miliardi di euro di investimenti nei prossimi 10 anni. Uno dei programmi di investimento più importanti del Paese e un fattore chiave per realizzare la transizione energetica ed ecologica tanto necessaria.

Terna, Bosetti: "Nella transizione ecologica mettere al centro l'essere umano e i suoi bisogni"

VIDEO-Terna, Bosetti: "Nella transizione ecologica mettere al centro l'essere umano e i suoi bisogni"

“Dobbiamo smettere di pensare a un settore o a un altro, ma dobbiamo pensare all’essere umano e ai suoi bisogni e far parlare tutte queste diverse fonti l’uno con l’altro”. Lo ha detto la Presidente di Terna, Valentina Bosetti,a Il Giornale d'Italia, nell'ambito dell'evento ‘La sfida della transizione ecologica’, organizzato dall'azienda.

"È importante anche cercare di pianificare il futuro - ha aggiunto - quando voglio raccontare cos’è la transizione, ovvero il movimento da un punto A a un punto B, devo mettere tutte queste componenti insieme inevitabilmente.

Possiamo fare l'esempio dei biocombustibili. Utilizzandoli in eccesso, andiamo a usare troppo terreno, quindi i prezzi delle altre crops aumentano e molte persone avranno difficoltà a sfamarsi. In questo modo, risolvendo un problema ne abbiiamo creato un altro.

Poi la presidente ha concluso spiegando che “non si può guardare a una transizione di questo tipo che è macroeconomica senza guardare tutti i pezzi insieme, muovendoli e vedendo come l’uno influenza l’altro”.

Terna, Donnarumma: "Sviluppo infrastrutture al centro della transizione ecologica"

VIDEO-Terna, Donnarumma: "Sviluppo infrastrutture al centro della transizione ecologica"

"La transizione ecologica è un concetto molto ampio. Noi nello specifico ci occupiamo della parte energetica e per quanto ci riguarda lo sviluppo delle infrastrutture è al centro di questo tema e di questa progettualità". Lo ha detto l’Ad e direttore generale di Terna, Stefano Donnarumma, a Il Giornale d'Italia, nell'ambito dell'evento ‘La sfida della transizione ecologica’, organizzato dall'azienda.

"Nel caso di Terna le infrastrutture sono abilitanti per superare il gap di infrastruttura produttiva da energie rinnovabili che dovrà aiutare il sistema - ha aggiunto - I fondi del Pnrr sono tanti e bisogna trovare il modo di impiegarli al meglio e nei tempi giusti. Il governo può attivarsi ulteriormente per una semplificazione dei processi autorizzativi

La sensibilizzazione del pubblico va fatta sia nei luoghi istituzionali sia da aziende come noi. Terna opera da anni in un'ottica di public engagement con molto successo".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x