Giovedì, 27 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Green pass, ragazzino non vaccinato compie 12 anni e resta bloccato in Sicilia

Nonostante il tampone negativo, un ragazzino di 12 anni non vaccinato e senza Green Pass non ha potuto tornare dalla madre a Milano: aveva compiuto gli anni il giorno prima dell'entrata in vigore del Dpcm

15 Gennaio 2022

Green pass, ragazzino non vaccinato compie 12 anni e resta bloccato in Sicilia: non può partire

Fonte: lapresse.it

Senza Green Pass e non vaccinato un ragazzino si trova attualmente bloccato in Sicilia, con l'unica "colpa" di aver compiuto 12 anni il giorno prima dell'entrata in vigore dell'ultimo Dpcm del governo. È una vicenda a dir poco kafkiana quella che ha raccontato ai giornali il padre del ragazzo, un 46enne di Noto, in provincia di Siracusa. Lo scorso 10 gennaio, il 12enne si era recato in aeroporto per tornare a Milano dalla madre in possesso di un tampone negativo, ma al momento dell'imbarco il personale aeroportuale gli ha impedito di salire sull'aereo. Per i ragazzi dai 12 anni in su è infatti obbligatorio il Super Green Pass per poter salire sui mezzi di trasporto, aerei compresi.

Green Pass, l'odissea di un ragazzo di 12 anni

"Sono vittima di una ignoranza che dilaga, e della mancanza di elasticità da parte di alcuni", ha raccontato il padre del ragazzo che alla fine è stato costretto a rimanere in Sicilia e a rimandare il ritorno a Milano. Il 12enne è infatti figlio di una coppia separata in regime di affido condiviso. Dal 3 al 9 gennaio il ragazzo avrebbe dovuto rimanere in Sicilia con il padre e i nonni paterni, per poi tornare dalla madre lunedì 10, con la fine delle vacanze di Natale. Il caso ha però voluto che il giovane compisse 12 anni proprio il 9 gennaio, cioè il giorno prima dell'entrata in vigore dell'ultimo Dpcm che dispone l'obbligo di Super Green Pass anche per i 12enni.

A spiegarlo è proprio il padre ai microfoni dei giornalisti: "Quando il 10 gennaio siamo arrivati in aeroporto ho mostrato i documenti ed il risultato negativo del tampone molecolare ma l'addetto della Sac [la società di gestione dell'aeroporto ndr] mi ha detto che non poteva imbarcarsi. Il Dpcm, che era entrato in vigore proprio quel giorno, autorizza l'imbarco solo a dodicenni vaccinati".

"Ho fatto presente che il tampone era negativo - ha aggiunto il 46enne - che il bambino doveva rientrare a scuola ma soprattutto che c'è una sentenza del giudice che stabilisce i giorni in cui mio figlio può stare con me e che io non posso violare per non avere conseguenze penali". Il personale aeroportuale si è però mostrato inamovibile anche di fronte a questo aspetto. Il ragazzino è stato poi subito vaccinato, ma qu arriva l'ennesima beffa: la certificazione che lo autorizzerà a partire arriverà soltanto tra 15 giorni: "Anche se è contento di stare con me e con i nonni sta perdendo giorni di scuola per colpa dell'ignoranza", conclude il padre, vittima inerme assieme al figlio di una burocrazia ottusa e contorta.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x