Lunedì, 24 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

No Green pass a Milano, Montagnier: "Vaccino dannoso, non solo non cura, ma riproduce reazioni avverse e favorisce diffusione del virus. Vaccinare i bambini è un crimine"

"I non vaccinati sono quelli che potranno salvare l'umanità, perché solo i non vaccinati potranno salvare i vaccinati"

15 Gennaio 2022

No Green pass a Milano oggi 15 gennaio: ci sarà anche il Premio Nobel Montagnier

Fonte: Il Giornale d'Italia

Si è tenuta oggi, 15 gennaio 2022, a Milano un'importante manifestazione No Green pass. Presente anche il premio Nobel per la Medicina Luc Montagnier. Presente anche Il Giornale d'Italia per mostrarvi in DIRETTA le immagini e gli interventi dalla manifestazione. Ad annunciare la protesta e la straordinaria partecipazione del virologo francese è stato, nei giorno scorsi, il leader di Italexit Gianluigi Paragone. "Abbiamo risolto tutte le questioni burocratiche, abbiamo l'ufficialità", ha confermato poi il politico ieri. Ma Montagnier non sarà l'unico ospite d'onore di oggi. "In piazza ci collegheremo anche con Bob Kennedy Jr., in una lunga diretta dalle 15:30 alle 18", ha annunciato Paragone.

Luc Montagnier: "Il vaccino non protegge e favorisce altre infezioni"

Luc Montagnier alla manifestazione a Milano

L'intervento del premio Nobel per la Medicina Luc Montagnier: "Vaccino dannoso, non solo non cura, ma riproduce reazioni avverse e favorisce diffusione del virus. Vaccinare i bambini è un crimine"

Milano, Montagnier: "I non vaccinati salveranno l'umanità" 

Montagnier alla manifestazione No Green Pass: "I non vaccinati salveranno l'umanità, solo loro potranno salvare i vaccinati"

"I medici sono informati di tutto questo e dovrebbero agire di conseguenza, perché è in gioco il futuro dell'umanità".

"I non vaccinati sono quelli che potranno salvare l'umanità, perché solo i non vaccinati potranno salvare i vaccinati". 

"Le grandi big pharma erano molto interessati ai vaccini, a livello economico naturalmente. Dobbiamo tornare a rispettare la verità". 

"Vi dovete svegliare, perché due persone non sono abbastanza per movimentare il volere del popolo". 

Paragone: "Se avessero dato la caccia agli evasori come la stanno dando ai no-vax staremmo tutti meglio"

L'arrivo di Gianluigi Paragone sul palco della manifestazione No Green Pass in Piazza XXV aprile a Milano

Arrivo Gianluigi Paragone sul palco

L'inno d'Italia cantato dalla folla:

Inno d'Italia dei No Green Pass: boato in Piazza XXV aprile

La testimonianza sul palco: "Mio padre si assopì davanti agli occhi di mio figlio e non si svegliò più"

GUARDA IL VIDEO

Testimonianza No Green Pass: manifestazione di Milano 15/01/2022

Il primi interventi:

(Articolo in aggiornamento)

No Green pass a Milano: tutto quello che c'è da sapere

L'appuntamento con la protesta No Green pass è in Piazza XXV aprile alle ore 15:30. Lo slogan è "Per l'Italia". Tutto è quindi pronto per la manifestazione di oggi che da un lato sarà a favore dei diritti e delle libertà individuali e dall'altro contro le politiche del Governo e le ultime decisioni sul certificato digitale verde in Italia. Ma Milano non sarà l'unica città interessata.

Sempre a partire dalle 15 di oggi pomeriggio anche a Roma centinaia di persone si troveranno per dire no al Green pass. In particolare c'è grande attesa per la prevista partecipazione di rappresentanti di Forze dell'ordine e membri dell'esercito italiano sospesi dal lavoro in quanto non vaccinati contro il Covid-19 e di conseguenza non in possesso della carta verde rafforzata. 

Chi è Luc Montagnier

Luc Montagnier, quasi 90 anni, è uno dei virologi più noti e autorevoli di Francia. Anche se spesso finito nell'occhio del ciclone per le sue teorie controcorrente. Direttore emerito dell'Istituto Pasteur di Parigi, nel 1983 ha scoperto il virus HIV. Proprio per questo nel 2008 ha vinto il Premio Nobel per la medicina. Da allora il suo è diventato un nome celebre. Montagnier, però, oggi è conosciuto principalmente per le sue opinioni fuori dagli schemi. Ha avvalorato le teorie che collegano l'autismo ai vaccini, e proprio su questi ultimi si è dimostrato via via sempre più scettico nel corso degli anni.

Luc Montagnier ha inoltre definito "un errore medico e politico" le vaccinazioni di massa. Mentre sul Covid ha affermato che il virus provenisse da un laboratorio di Wuhan, citando uno studio accolto con perplessità dagli esperti. A proposito della sua diffusione ha riferito che un ruolo primario lo abbiano avuto le reti 5G. Infine l'esperto ha ricevuto onoreficenze in diversi paesi del mondo, fra cui Italia, Francia, Germania e Regno Unito.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x