Mercoledì, 04 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Raffaella Carrà malattia, causa della morte

Ecco perchè è morta Raffaella Carrà: aveva tenuto nascosta la malattia

05 Luglio 2021

Raffaella Carrà malattia, causa della morte

Raffaella Carrà (fonte foto Lapresse)

La notizia della morte di Rafafella Carrà ha fatto il giro del mondo: la regina della tv italiana aveva tenuto nascosta la sua malattia. Icona italiana della musica e della televisione, la famosissima artista si è spenta all'età di 78 anni dopo una brillante carriera in qualità di showgirl, cantante, ballerina, attrice, conduttrice televisiva e radiofonica, autrice.

Raffaella Carrà malattia, causa della morte

Raffaella Carrà è deceduta alle 16.20 del 5 luglio 2021 a causa di una malattia contro cui combatteva da qualche tempo con tutta la sua grinta. L'artista ha voluto tenere nascoste le sue condizioni di salute. La notizia della morte è giunta come un fulmine a ciel sereno. La malattia di Raffaella Carrà non è stata resa nota ufficialmente ma si parla di un devastante tumore al polmone.

"Grazie a tutti! Mi avete sommersa di auguri, il vostro affetto mi commuove, vi abbraccio e vi auguro un’estate con ritorno alla normalità", aveva scritto su Twitter Raffaella Carrà nel suo ultimo post del 18 giugno, giorno del suo 78esimo compleanno. Il tweet da quando è circolata la notizia della scomparsa è sommerso di commenti affranti e colpiti, ben riassunti da un utente che scrive: "Eri di famiglia… per tutti quanti. Mancherai tantissimo".

Chi è Raffaella Carrà: canzoni, età, vita privata, carriera

Raffaella Carrà, pseudonimo di Raffaella Maria Roberta Pelloni, è nata a Bologna il 18 giugno 1943. Definita la regina della televisione italiana, è stata un'artista a 360 gradi: showgirl, cantante, ballerina, attrice, conduttrice televisiva, radiofonica e autrice televisiva italiana. Ha avuto una lunga e ricca carriera, diventando icona della musica e della televisione in tutto il mondo. Ha riscontrato sempre grandi consensi anche all'estero, soprattutto in Spagna.

Nel corso della sua carriera ha venduto oltre 60 milioni di dischi e, durante una puntata di Domenica In condotta da Pippo Baudo in cui era ospite, ha dichiarato di possedere 22 dischi tra platino e oro.

Nell'autunno 2020 fu incoronata come sex symbol europeo dal quotidiano britannico The Guardian. In quell'occasione fu definita come "l'icona culturale che ha insegnato all'Europa le gioie del sesso".

Suo padre romagnolo era il gestore di un bar di Bellaria, cittadina della riviera adriatica. La madre, Iris Dellutri, era invece di origini siciliane. I genitori si separarono poco dopo le nozze e Raffaella passò gran parte della sua infanzia tra il bar del padre e la gelateria di Bellaria-Igea Marina. Proprio in quest'ultima trascorreva molte ore davanti alla tv. Seguiva in particolare la trasmissione de Il Musichiere, imparava a memoria titoli, balletti e ritornelli delle canzoni.

A soli otto anni lasciò la riviera romagnola per proseguire gli studi direttamente a Roma, prima presso l'Accademia Nazionale di Danza, fondata dalla ballerina russa Jia Ruskaja, poi al Centro sperimentale di cinematografia.

All'inizio degli anni settanta Raffaella Carrà lasciò la carriera da attrice a seguito del successo ottenuto come showgirl in televisione e si dedicò solo a questa sua grande passione. Lavorò in tv come soubrette e cantante, ruoli con cui ottenne un successo enorme anche a livello internazionale.

Raffaella Carrà cambio cognome

Nata come Raffaella Maria Roberta Pelloni, cambiò cognome nella prima metà degli anni sessanta quando le fu dato lo pseudonimo Carrà, consigliatole dal regista Dante Guardamagna. Questi, appassionato di pittura, associò il suo vero nome, Raffaella, che ricorda il pittore Raffaello Sanzio, al cognome del pittore Carlo Carrà.

Raffaella Carrà vita privata: non ha avuto figli

Carrà ebbe una lunga relazione con l'autore televisivo Gianni Boncompagni, autore dei suoi maggiori successi musicali. Fu poi legata al coreografo e regista Sergio Japino. In gioventù frequentò il calciatore della Juventus Gino Stacchini, col quale ebbe una relazione di ben 8 anni, e con il cantante Little Tony. Fu corteggiata anche da Frank Sinatra con il quale ha diviso il set del film Il colonnello Von Ryan. Con Boncompagni e Japino ha continuato a lavorare durante tutto il corso della sua carriera. Non ha mai avuto figli e per questo ha adottato vari bambini a distanza in diverse parti del mondo. Il tema delle adozioni a distanza, a lei molto caro, la spinse a condurre, nel 2004, uno speciale alla tv spagnola chiamato Contigo e, successivamente Amore, programma televisivo del 2006.

Raffaella Carrà era molto legata a Monte Argentario, dove ha posseduto una residenza per lungo tempo. La villa a Cala Piccola è stata fonte d'ispirazione per molte sue trasmissioni, perfino per il titolo del programma televisivo Carràmba! Che sorpresa.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x