Martedì, 28 Giugno 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

De Felice: "Sanzioni, effetti non omogenei per classi di reddito della popolazione"

Gregorio De Felice: "Il 20% della popolazione con un reddito più basso subisce un rincaro pari al 12% del proprio reddito, il 20% più ricco pari al 5%, la politica fiscale può agire in questo". A Il Giornale d'Italia

23 Giugno 2022

Gregorio De Felice, Chief Economist di Intesa Sanpaolo ha spiegato a Il Giornale d'Italia

"Dal nostro rapporto emerge una buona resilienza dei distretti industriali italiani, che crescono più della media dell’industria manifatturiera del nostro paese. Abbiamo recuperato entro fine 2021 i livelli pre-covid del 2019. Ottima crescita delle esportazioni nel primo trimestre dell’anno. C’è il fenomeno nuovo, grande riflessione su quali saranno gli sviluppi delle catene globali del valore. Molte imprese stanno pensando di rivedere le relazioni con i fornitori, disposti a pagare di più pur di avere una certezza dei prodotti che servono per completare le catene del valore.

Dobbiamo insistere sulla diversificazione delle fonti di approvvigionamento, puntare sulle rinnovabili, prendere seriamente in esame che si usi l’idrogeno verde e pulito, sfruttando la nostra vicinanza con i paesi del nord africa per l’uso delle fonti rinnovabili e tramite l’Italia si potrebbe portare l’idrogeno nel resto del continente europeo.

Sul nucleare abbiamo fatto un referendum, oggi sarebbe il caso di ripensarci, siccome prendiamo il nucleare da un paese vicino a noi. Credo sia inevitabile fare le sanzioni alla Russia, se non vogliamo mandare soldati italiani in Ucraina a difendere il paese, certo le sanzioni hanno un costo per chi le riceve e chi le emette. Gli effetti non sono omogenei per le classi di reddito della popolazione, bisogna intervenire dal punto di vista fiscale per bilanciare le disuguaglianze. Compensare le classi di reddito più basse per gli effetti delle sanzioni. Il 20% della popolazione con un reddito più basso subisce un rincaro pari al 12% del proprio reddito, il 20% più ricco ha un rincaro pari al 5%, la politica fiscale può agire in questo”.

Torna all'articolo

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti