Venerdì, 01 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Eni, Giuseppe Ricci: “Presentiamo un veicolo elettrico, con una particolarità unica al mondo il ‘battery swapping’”

Giuseppe Ricci, Direttore Generale Energy Evolution di Eni a Il Giornale d’Italia: “Quest’auto non rappresenta solo un car sharing ma una rivoluzione dell’utilizzo dell’auto, che parte da Torino ma arriverà in tutta Italia”

23 Maggio 2022

Giuseppe Ricci, Direttore Generale Energy Evolution di Eni a Il Giornale d’Italia: “Eni ha creduto fin dall’inizio nella mobilità sostenibile e nel car sharing come elemento importante della mobilità sostenibile. Abbiamo aperto il car sharing Enjoy a Torino nel 2015, fatto dalle 500 rosse conosciute in tutta Italia ora si arricchisce di un’offerta straordinaria che è costituita da questo veicolo completamente elettrico, ma con una particolarità unica a livello mondiale il ‘battery swapping’, non è più necessario ricaricare la macchina collegandola con il cavo, ma è sufficiente andare in una stazione di servizio Eni e sostituire le batterie, impiegando lo stesso tempo di un rifornimento di carburante tradizionale.”

“I giovani stanno indirizzandosi sempre di più verso una mobilità sostenibile che significa non solo avere un veicolo di proprietà decarbonizzato, che usa biocarburante, elettrico, ibrido, ma significa anche non avere l’auto di proprietà e utilizzare il car sharing. Nelle aree metropolitane è sicuramente un a grandissima opportunità soprattutto per i giovani Enjoy è stata un grande successo, oggi dopo sette anni di vita abbiamo più di 1 milione di iscritti, abbiamo fatto più di 14 milioni di noleggi, è molto utilizzata, con questa nuova offerta dell’auto elettrica particolarmente innovativa in tutte le sue componenti dalla capacità digitale, manovrabilità, dimensioni ridotte, ‘battery swapping’ pensiamo di fare un salto di qualità davvero importante. Partiamo da Torino perché questa macchina è stata progettata in questa città e presto allargheremo anche alle altre città dove è presente Enjoy e pensiamo prossimamente di allargarci anche a centri minori. Quest’auto non rappresenta solo un car sharing ma una rivoluzione dell’utilizzo dell’auto, Eni vuole essere partecipe di questo che è anche lo scopo della nostra partnership strategica con XEV che è partita due anni fa e avremo sorprese nel prossimo futuro.”

“La sostenibilità richiede innovazione, per noi la sostenibilità è integrata, ambientale, economica e  sociale, non bisogna lasciare indietro nessuno quindi bisogna inventare sviluppare nuove tecnologie, avere nuovi posti di lavoro, nuovi settori di crescita, solamente in questo modo potremmo dire di essere davvero sostenibili.”

Torna all'articolo

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti