Sabato, 28 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Isidoro (Credem Banca): “Gli investimenti sostenibili migliorano redditività e caratterizzano l’industria del risparmio gestito”

Paolo Isidoro, Vice Direttore Commerciale Rete Consulenti Finanziari Credem Banca a Il Giornale d’Italia:” Oggi mantenere la razionalità, avere avuto una buona strategia di diversificazione di portafoglio negli ambiti degli investimenti, ci consente di guardare al futuro con oculatezza”

07 Aprile 2022

Paolo Isidoro, Vice Direttore Commerciale Rete Consulenti Finanziari Credem Banca a Il Giornale d’Italia: “La sostenibilità è diventata non soltanto argomento del giorno ma si sta passando dal parlare al fare. L’elemento degli investimenti sostenibili sta caratterizzando in maniera determinante tutta l’industria del risparmio gestito, perché credo sia l’unico elemento per migliorare la redditività. Oggi fare un investimento sostenibile significa fare un investimento importante dal punto di vista della qualità, ma tutti noi nelle nostre scelte e comportamenti non possono più fare a meno da tutto quello che rappresenta il mondo della sostenibilità.”

“Quando ci sono elementi di questo tipo, come la crisi geo-politica, il vero problema che la consulenza affronta è quello di coniugare elementi razionali con quelli emotivi, cambia il contesto di riferimento, cambia zona di confort dei clienti e degli operatori. Noi abbiamo un modello di servizio che consente di affrontare questo con serenità ed esperienza. Quello che sta accadendo sul mercato, rispetto qualche anno fa ci ha fatto vedere una reazione un po’ diversa, le persone sono anche più abituate a capire che nel ondo ci sono momenti di maggiore tranquillità o di maggiore turbolenza. Al di là dei discorsi etici che ci toccano in questo momento e a condannare quello che sta accadendo, mantenere una buona razionalità, avere avuto una buona strategia di diversificazione di portafoglio negli ambiti degli investimenti, ci consente di guardare al futuro con oculatezza, che credo sia l’elemento fondamentale, insieme al buonsenso, nervi saldi, razionalità e guardare al futuro, per quanto possibile, con ottimismo.”

Ritorna all'articolo

 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti