Mercoledì, 25 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Unipol, Carlo Cimbri: "Le mie sfide per il futuro? Trasferire l'esperienza fatta ai più giovani"

Il Presidente Carlo Cimbri a Il Giornale d'Italia: "Mi ero ripromesso di portare l'Unipol dove meritava di stare. Una delle cose di cui sono più fiero è il primato reputazionale del Gruppo. Con il Piano 2022-2024 si apre una nuova fase all'insegna della continuità"

13 Maggio 2022

Carlo Cimbri, Presidente di Unipol, a Il Giornale d'Italia:

"Si apre una nuova fase, ma all’insegna della continuità. Le persone che stanno illustrando il piano strategico lo realizzeranno sulla base di linee guida e strategie definite negli anni passati. Lo sviluppo per ecosistemi continuerà ad essere il nostro Piano Strategico, unito al fatto di continuare a fare bene il nostro mestiere principale, ossia proteggere le persone. Proteggerle bene, con efficienza, ma nello stesso tempo sviluppare nuovi servizi, andare oltre l’assicurazione, nei settori in cui pensiamo di poter dare un valore aggiunto: settore della mobilità, welfare e property.

Viviamo una fase straordinaria piena di processi di cambiamento in atto. Le persone passano sempre più dal concetto di possesso dei beni a quello di utilizzo dei beni. In tal, senso abbiamo avviato il noleggio a lungo termine delle auto, per dare risposta alle esigenze che stanno cominciando a consolidarsi nel nostro Paese. Nuove iniziative come UnipolMove, la prima alternativa del mondo del pedaggio e tante altre cose per il settore mobility. Faremo molto anche nel welfare con lo sviluppo di centri medici e partnership future. Un'attenzione molto forte è sempre rivolta verso l'evoluzione e la transizione digitale.

Unipol, Cimbri: "Lanceremo Be Rebel, la compagnia di assicurazioni totalmente digitale"

"Nel corso del nuovo piano industriale lanceremo una compagnia di assicurazioni nel mondo della mobilità integralmente digitale che si chiamerà Be Rebel, e darà ulteriore risposta a tutta quella fascia di persone più giovani che nascono come utenti digitali.

In Unipol abbiamo una tradizione: cerchiamo di studiare, realizzare il futuro, anche quello più lontano, e di programmare con la massima professionalità possibile strategie e progetti che possiamo permetterci e che siamo davvero in grado di realizzare. Io dico sempre che fare piani è molto facile, la cosa difficile e realizzarli. Negli annni abbiamo cercato di costruire una credibilità di questo gruppo di persone che fanno quello che dicono. Ci son incertezze quando si pianifica in scenari che si modificano per effetto di cose straordinarie, ma la capacità di chi guida è quella di sapersi adattare ai cambiamenti e trovare le giuste contromisure per traguardare quei risultati che siamo fiduciosi di poter realizzare.

Le sfide sono sempre vecchie e aggiornate in rapporto a come cambiano le cose e alle opportunità. Tanti anni fa mi ero ripromesso di portare l’Unipol, che veniva da una fase tormentata, in un posto dove meritava di stare nel panorama economico italiano. Questo è avvenuto e una delle cose di cui sono più contento è il primato della reputazione che Unipol ha in tutte le classifiche di questo segmento: nel mondo servizi finanziari, assicurativi o bancari. Ma anche il fatto che è la prima compagnia che viene in mente alle persone nei sondaggi quando si parla di assicurazione. Arrivare, costruire e crescere non è mai facile, confermare, forse, è ancora leggermente più difficile.

Le sfide per il futuro sono quelle di poter trasferire le esperienze fatte e un certo modo di impegnarsi per ottenere risultati alle future generazioni, ai giovani dell’Unipol. Penso che una grande azienda debba avere la capacità di costruire il proprio futuro al proprio interno. Credo che questa sfida sia interessante stimolante e arricchente nel rapporto con i giovani anche dal punto di vista umano e professionale."

Torna all'articolo

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti