Mercoledì, 26 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Contrabbando del tabacco, Ettore Prandini (Coldiretti): “Costruire percorsi che diano certezze alle filiere produttive”

Il Presidente Nazionale Coldiretti Ettore Prandini in occasione  dell’evento “Il contrasto all'illecito nei tabacchi in Italia” : “Con il progetto M.A.C.I.S.T.E. ci aspettiamo di portare in evidenza tutto ciò che viene commercializzato e non è figlio di un controllo ma è figlio di abusi e situazioni di carattere economico e produttivo che non essendo tracciate creano un rischio per la salute umana”

03 Novembre 2021

Il Presidente Nazionale Coldiretti Ettore Prandini, in occasione della presentazione del progetto M.A.C.I.S.T.E., ha affermato a Il Giornale d’Italia: “Il progetto M.A.C.I.S.T.E.  nasce dalla collaborazione tra Coldiretti, Philip Morris e l’Osservatorio sulle Agromafie per dare certezze ai cittadini e ai consumatori nel tracciare tutto ciò che avviene all’interno della filiera nelle fasi di produzione, ma soprattutto in termini di collaborazione con le Forze dell’Ordine per portare in evidenza tutto ciò che viene commercializzato e non è figlio di un controllo ma è figlio di abusi e situazioni di carattere economico e produttivo che non essendo tracciate creano un rischio per la salute umana. C’è molto da dover fare, investire in termini di ricerca, di formazione con le nostre Forze dell’Ordine, per avere un personale sempre più qualificato e sempre più in grado di poter leggere i meccanismi legati alla commercializzazione degli stessi prodotti che purtroppo non utilizzano i canali tradizionali. Diventa di fondamentale importanza riuscire a costruire insieme dei percorsi che diano certezze e valore economico alle filiere produttive.

Dall’Osservatorio ci aspettiamo di avere sempre più attenzione e creare condizioni a favore della formazione del personale che viene impiegato partendo dalle imprese agricole, nelle industrie e nelle multinazionali legate alla trasformazione, a chi si occupa della commercializzazione e riguarda anche coloro che sono preposti ai controlli che hanno bisogno di organici sempre più numerosi, proprio per i tentativi di frode che abbiamo sulle filiere agroalimentari, ma sicuri della grande preparazione delle nostre Forze dell’Ordine saremo in grado insieme di sconfiggere quel valore che oggi viene sottratto in termini di capacità e produzione interna lorda al Paese Italia”.

Torna all'articolo

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti