Mercoledì, 26 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Confindustria Giovani Imprenditori Napoli, Cuzzilla (Federmanager): "Necessità di sinergia tra pubblico e privato"

Il Presidente Federmanager a Il Giornale d'Italia: "Gap del Sud Italia va colmato investendo in infrastrutture e logistica e con una politica per l'attrazione degli investimenti"

23 Ottobre 2021

https://www.ilgiornaleditalia.it/news/economia/302986/confindustra-giovani-imprenditori-napoli-di-stefano-economia.html"Dai giovani viene la forza vitale della ripresa: c'è molto entusiasmo e serietà. Penso che i giovani di Confindustria possono giocare nel futuro un ruolo importante". Così Stefano Cuzzilla, Presidente Federmanager, a Il Giornale d'Italia.

"Anche Federmanager, l'associaizone dei manager che rappresento, può avere un ruolo fondamnetale per la ripresa. Anche se senza imprese non ci sono neanche i manager. In questo momento c'è bisogno del connubio forte tra pubblico e privato. In questo momento la ripresa ha bisogno di questo che si mettano da parte le ideologie.

Quello che sta facendo il governo Draghi lo stiamo vedendo tutti. È un momento eccezionale per il nostro Paese:sia per l'apprezzamento in Europa del nostro brand, sia per i successi nello sport. Questo momento è legato alla serietà dei progetti che portiamo a termine.

L'Italia ha bisogno di essere rilanciata: bisogna dare fiducia alle imprese e ai manager, che devono lavorare in tranqullità. Per fare questo ci serve un vero patto tra governo, imprese e lavoratori.

Positivo anche il dialogo B20 e G20. Il premier Draghi sta gestendo bene la squadra dei ministri. Dobbiamo però cominciare a ragionare su una strategia di filiera e sulla sanità. Anche nella sanità bisogna ragionare sulla sinergia tra pubblico e privato. Questo non significa mettere in discussione il Servizio Sanitario Nazionale, che è fondamentale ed è uno dei migliori al mondo. Per quanto riguarda la tematica della salute, non ci può essere in alcun modo divario tra Nord e Sud.

Il gap del Mezzogiorno va colmato investendo in infrastrutture, logistica, mobilità. Dobbiamo connettere tutte le sinergie possibili. C'è bisogno di una politica per l'attrazione degli investimenti nel Sud".

Torna all'articolo

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti