Mercoledì, 27 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Intesa Sanpaolo, Matteo Casagrande Paladini: "Cultura, sostenibilità e attenzione al territorio"

Matteo Casagrande Paladini a Il Giornale d'Italia: "Aiutare a supportare le aziende in una transizione anche culturale"

12 Luglio 2021

"Intesa Sanpaolo da circa due mesi ha preso la decisione di essere vicina a tutto il mondo del comparto agricoltura e zootecnia attraverso la nascita di una direzione dedicata. Una scelta che nasce dai numeri che sono legati al settore primario italiano: circa il15% del PIL, un export che gira intorno ai 45 bilion e un impiego di forza lavoro intorno a 1,4 mln di persone. Numeri che fanno capire l’importanza di sostenere il settore primario italiano attraverso non solo il mondo dell’agricoltura e dell’allevamento, ma tutto il mondo della trasformazione industriale agrifood fino alla ricettività con gli agriturismi". Così ai microfoni de Il Giornale d'Italia Matteo Casagrande Paladini, Relazioni Territoriali, Direzione Agribusiness Intesa Sanpaolo.

"Questo ci fa capire quanto l’Italia debba lavorare per consolidare una naturale koinè tra cultura, territorio, finanza e supporto alle iniziative. L’iniziativa di oggi con Vittorio Brumotti ha l’obiettivo di essere uno dei tanti momenti in cui la banca racconta il suo impegno e vicinanza ad un grande campione di sostenibilità e comunicazione come Vittorio, ma soprattutto essere in giro per l’Italia in quelli che sono i posti iconici della viticultura italiana. Non è solo agricoltura, viticultura, ma è storia e memoria del nostro paese. Questo è un fattore su cui Intesa Sanpaolo è molto impegnata perché cultura, sostenibilità e attenzione al territorio sono ormai da anni il nostro obiettivo.

Il mondo finanziario deve essere al fianco del futuro del nostro paese e dell’Europa. Ci siamo assolutamente schierati sulla tematica di sostenere il PNRR previsto in agenda nei prossimi mesi con delle manovre dedicate. Una di queste manovre è proprio il settore dell’agribusiness e quindi la possibilità di fare il meglio per l’Italia e per il comparto agricolo.

Il sistema industriale italiano è un sistema di grandissima eccellenza, caratterizzato da imprese di medie e piccole dimensione. Più che lavorare su singoli industry, bisogna lavorare anche su fattori critici di opportunità: digitalizzazione, internazionalizzazione, la sostenibilità, gli investimenti votati alla transizione ecologica e digitale. Dobbiamo cercare di aiutare a supportare le aziende in una transizione anche culturale", conclude.

Torna all'articolo

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti