Martedì, 21 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Intesa Sanpaolo sostiene la ripartenza dalla sostenibilità: al via il tour di Vittorio Brumotti

Giro d’Italia su due ruote per conoscere il grande patrimonio vinicolo italiano e per valorizzarne i territori di appartenenza. Un’iniziativa firmata Vittorio Brumotti in collaborazione con Intesa Sanpaolo, Luxury Bike Hotels e Viagginbici.com

12 Luglio 2021

Intesa Sanpaolo sostiene la ripartenza dalla sostenibilità: al via il tour di Vittorio Brumotti

Parte il tour che porterà Vittorio Brumotti in sella alla sua bicicletta, per un viaggio attraverso l’Italia per incontrare una delle eccellenze che rendono il Made in Italy famoso a livello internazionale: il mondo dei vini.

Intesa Sanpaolo sostiene la ripartenza dalla sostenibilità: al via il tour di Vittorio Brumotti

Ad accompagnarlo Ludovica Casellati, Lady Bici, direttore di viagginbici.com e founder di Luxury Bike Hotels. L’itinerario “SULLE STRADE DEI VINI – Eccellenze d’Italia” è un progetto all’insegna dello slow tourism che percorrerà – in due momenti, a luglio 2021 e a settembre/ottobre 2021 - la penisola alla scoperta del patrimonio enogastronomico delle diverse regioni.

Ogni regione rappresenterà una tappa del viaggio, associata a un vino di particolare interesse. Sono state selezionate le aree che, da Nord a Sud, rappresentano i punti focali della cultura vitivinicola italiana, caratterizzate da un prodotto di elevato prestigio e qualità contrassegnato dalla denominazione di origine controllata. Tutte le tappe saranno anche le mete di un tour attraverso le bellezze del territorio italiano. Il tutto all’insegna della sostenibilità e del rispetto ambientale: non a caso il mezzo di trasporto scelto è l’ecologica bicicletta.

Il tour verrà ospitato da alcuni Luxury Bike Hotels. Si parte con le colline dell’Oltrepò Pavese, in Lombardia, per poi fare tappa in Piemonte, nelle Langhe. Si prosegue con le Cinque Terre, in Liguria, e poi in Veneto, Trentino e Friuli. La seconda parte del tour si svolge in centro e sud Italia, dalla Toscana alla Sicilia, passando per Umbria, Abruzzo, Basilicata e Puglia. Testimonial d’eccezione sarà Riccardo Cotarella, imprenditore ed enologo italiano e presidente Assoenologi, che ha sposato l’idea di interpretare in modo così originale e sostenibile la Wine Experience.

Nel corso del viaggio, Vittorio Brumotti sarà accompagnato da veri “maestri del vino”. Si tratta di enologi, sommelier, proprietari di prestigiose cantine che forniranno interessanti spiegazioni, curiosità e approfondimenti sul tema. Un viaggio nella tradizione ma che guarda alle nuove generazioni: Vittorio, si propone di avvicinare anche i giovani al mondo del vino, invitandoli a scoprire i valori che rendono unico questo patrimonio. Inoltre, nello stile che ormai lo contraddistingue, Brumotti darà sfogo alla sua anima freestyle con performance e spettacoli improvvisati lungo il percorso o all’interno delle cantine stesse.

Il tour, che parte oggi dopo la conferenza stampa di presentazione alla Triennale di Milano, rappresenta un nuovo inizio per un’Italia che ha voglia di ripartire dopo due anni che hanno messo a dura prova le realtà produttive italiane. Affinché il progetto raggiunga il suo obiettivo, l’intero tour sarà documentato raccogliendo durante ogni tappa immagini, testimonianze e racconti di esperienze vissute da chi il mondo del vino lo vive da sempre. Un viaggio alla scoperta di un meraviglioso volto dell’Italia che parte dalla tradizione perraggiungere il futuro.

L’iniziativa è realizzata grazie al sostegno di Intesa Sanpaolo, da sempre attenta al mondo agricolo e agroalimentare sia mettendo a disposizione le risorse necessarie per sostenerne la crescita sia attraverso la recente costituzione della Direzione Agribusiness, che punta a cogliere le enormi potenzialità di uno dei settori produttivi più importanti del Paese. Con riferimento in particolare al comparto del vino, molteplici sono le iniziative della banca per rafforzarne l’accesso al credito anche attraverso il pegno rotativo e tutto quanto sia di sostegno alle esigenze delle aziende del settore. Partner dell’iniziativa, Luxury Bike Hotels, di cui Ludovica Casellati è founder, la collezione di relais, wine resort e strutture ricettive d’alta gamma in Italia, che offrono servizi su misura a chi ama esplorare i territori in bicicletta. Il team di “Vittorio Brumotti, sulle Strade dei Vini” sarà ospite di alcuni wine resorts di Luxury Bike Hotels: dimore storiche, poderi, tenute e castelli che affondano le loro radici nella cultura del vino e che, accanto a cantine ed etichette storiche e rinomate dei territori dove sorgono, hanno affiancato una attività ricettiva di grande fascino. Tra i Luxury Bike Hotels che ospiteranno il tour, ci sono il Castello di Buttrio, in Friuli Venezia Giulia, Tenuta Artimino, in Toscana, Altarocca Wine Resort, in Umbria, Du Lac e Du Park e il Ludi sul Lago di Garda. Partner è anche la rivista specializzata viagginbici.com il magazine di riferimento per il mondo bike, diretta da Ludovica Casellati.

Intesa Sanpaolo, Matteo Casagrande Paladini: "Cultura, sostenibilità e attenzione al territorio"

"Intesa Sanpaolo da circa due mesi ha preso la decisione di essere vicina a tutto il mondo del comparto agricoltura e zootecnia attraverso la nascita di una direzione dedicata. Una scelta che nasce dai numeri che sono legati al settore primario italiano: circa il15% del PIL, un export che gira intorno ai 45 bilion e un impiego di forza lavoro intorno a 1,4 mln di persone. Numeri che fanno capire l’importanza di sostenere il settore primario italiano attraverso non solo il mondo dell’agricoltura e dell’allevamento, ma tutto il mondo della trasformazione industriale agrifood fino alla ricettività con gli agriturismi". Così ai microfoni de Il Giornale d'Italia Matteo Casagrande Paladini, Relazioni Territoriali, Direzione Agribusiness Intesa Sanpaolo.

"Questo ci fa capire quanto l’Italia debba lavorare per consolidare una naturale koinè tra cultura, territorio, finanza e supporto alle iniziative. L’iniziativa di oggi con Vittorio Brumotti ha l’obiettivo di essere uno dei tanti momenti in cui la banca racconta il suo impegno e vicinanza ad un grande campione di sostenibilità e comunicazione come Vittorio, ma soprattutto essere in giro per l’Italia in quelli che sono i posti iconici della viticultura italiana. Non è solo agricoltura, viticultura, ma è storia e memoria del nostro paese. Questo è un fattore su cui Intesa Sanpaolo è molto impegnata perché cultura, sostenibilità e attenzione al territorio sono ormai da anni il nostro obiettivo.

Il mondo finanziario deve essere al fianco del futuro del nostro paese e dell’Europa. Ci siamo assolutamente schierati sulla tematica di sostenere il PNRR previsto in agenda nei prossimi mesi con delle manovre dedicate. Una di queste manovre è proprio il settore dell’agribusiness e quindi la possibilità di fare il meglio per l’Italia e per il comparto agricolo.

Il sistema industriale italiano è un sistema di grandissima eccellenza, caratterizzato da imprese di medie e piccole dimensione. Più che lavorare su singoli industry, bisogna lavorare anche su fattori critici di opportunità: digitalizzazione, internazionalizzazione, la sostenibilità, gli investimenti votati alla transizione ecologica e digitale. Dobbiamo cercare di aiutare a supportare le aziende in una transizione anche culturale", conclude.

Sulle strade dei vini, Vittorio Brumotti: "Racconteremo etichette che ci rappresentano in tutto il mondo"

"Si va in giro in bicicletta attraverso le vie del vino. Raccontiamo tutto ciò che accade attraverso i vigneti, le cantine, le etichette più glamour d'Italia che hanno riecheggiato in tutto il mondo. Racconteremo queste etichette che ci rappresentano in tutto il mondo facendo ripartire il tutto con una microeconomia che parte dal paesello e arriva magari agli Stati Uniti, Canada, con la bicicletta, il mezzo più ecologico al mondo". Così a Il Giornale d'Italia Vittorio Brumotti, Campione internazionale e pioniere del ciclismo sostenibile.

Sulle strade dei vini, Ludovica Casellati: "Il turismo in bici è anche degustare il territorio"

"Oggi andremo a conoscere qualcosa che sembra distonico ma non lo è affatto. Faremo questo tour sostenibile e responsabile nel mondo del vino, che è un eccellenza italiana ed è un'eccellenza che traina l'economia come sta facendo la bicicletta in questo momento. Il turismo in bici è anche degustare il territorio, oltre che degustarlo con lo sguardo". Queste le parole di Ludovica Casellati, direttore Viagginbici e founder Luxury Bike Hotel, a Il Giornale d'Italia.
 
 

 
 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x