Domenica, 05 Dicembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Gianni Maimeri (Fondazione Maimeri): "Nella Milano Painting Academy guardiamo all'arte futura senza dimenticare il passato"

A Il Giornale d'Italia il Presidente della Fondazione Maimeri, che ha patrocinato la creazione della Milano Painting Academy: "Il metodo d'insegnamento dell'accademia è unico in città e molto raro a livello nazionale ed europeo"

27 Ottobre 2021

Gianni Maimeri, Presidente della Fondazione Maimeri, a Il Giornale d'Italia: "La Fondazione Maimeri è nata 25 anni fa in memoria di mio nonno e mio ononimo, Gianni Maimeri, che è stato un grande artista dei primi del '900 e fondatore di un'azienda di colori poiché non era contento di quelli sul mercato".

"Siamo partiti volendo fare solo progetti legati alla memoria e all'arte di mio nonno, virando poi molto sulla contemporaneità con mostre, rassegne, concerti e iniziative varie. A oggi la Fondazione è considerata a livello cittadino e nazionale uno degli attori per la promozione dell'arte e della cultura.

Il progetto della Milano Painting Academy, patrocinato da Fondazione Maimeri e partito recentemente, è come un sogno per me. Lo scopo è quello di riprendere una pratica molto abbandonata: l'insegnamento del disegno e della pittura. Abbiamo trovato uno spazio magico in via De Santis nel quartiere Stadera e coinvolto visiting professors di alto livello per i seminari teorici. Tra di loro Angelo Crespi, Sandro Baroni, la professoressa Mazzocut della Statale di Milano, la professoressa Galli dell'Accademia di Brera e due grandissimi artisti, Elena Trailina e Alex Folla.

All'interno di questo spazio svolgiamo corsi accademici triennali e corsi intensivi annuali di disegno e pittura, ma non solo: abbiamo deciso di trasferire qui anche alcuni degli appuntamenti della Fondazione Maimeri. Stasera, ad esempio, ospitiamo la presentazione del libro "La nuova museologia: le opportunità nell'incertezza: Verso uno sviluppo sostenibile" di Domenico Piraina, Direttore di Palazzo Reale, e Maurizio Vanni, curatore museale a Lucca. Questo per sottolineare il fatto che questa accademia non è un ambiente impermeabile e passatista, per usare un termino caro agli storici dell'arte, ma è un luogo di contaminazione dove chi frequenta impara i fondamenti del passati ma per proiettarli poi nel futuro.

Al momento, all'interno dell'Accademia ospitiamo alcune opere di Gianni Maimeri, le opere degli artisti che insegnano qui ma abbiamo ovviamente in programma di accogliere anche le future opere degli allievi, che sono sempre di più. In termini di iscritti l'accademia sta davvero avendo un'adesione fenomenale.

La nostra Fondazione guarda al contemporaneo e al futuro senza dimenticarsi il passato, le fondamenta della storia dell'arte che, nel secolo scorso, ha avuto un frattura. Il legame tra l'arte e i nuovi artisti deve essere ricostruito per innovare in nome della continuità di questo percorso. Per questo l'Accademia è un luogo unico a Milano e, sicuramente, uno dei pochi in Italia e in Europa".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti