Venerdì, 28 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

La Casa di Carta, stagione 5: Netflix crea una "no spoiler zone"

Per consentire ai fan della nota serie spagnola di vivere con serenità l'uscita della quinta parte della serie, ecco che Netflix ha pensato a un metodo per evitare gli spoiler

05 Settembre 2021

Per il lancio del Volume 1 dell’ultima parte de La Casa di Carta,

Netflix crea una “no-spoiler zone” per i peggiori spoileratori d’Italia.

Cosa c’è di peggio che attendere per mesi l’arrivo della nuova stagione della propria serie TV preferita? Vedersela spoilerare appena esce. E più la serie è attesa, come nel caso de La Casa di Carta, show di punta dell’offerta di Netflix giunto quest’anno al suo gran finale, più il problema si acuisce.

Basti pensare che ben il 12,5% delle conversazioni online relative a un singolo show è costituito interamente da spoiler, che raggiungono il picco proprio nelle prime ore dal rilascio1. Un dato che si traduce in numeri enormi, quando le conversazioni riguardano show dal successo planetario come, appunto, La Casa di Carta.

Per questo, in occasione del lancio dell'attesissimo Volume 1 dell’ultima parte della serie, Netflix ha organizzato un’attività speciale coinvolgendo gli spoileratori più accaniti. Convinti di volare a Madrid per prendere parte a una proiezione esclusiva a loro dedicata, gli ignari invitati non sapevano che l’evento sarebbe avvenuto nell’unico luogo dove i telefoni devono rimanere spenti: in aereo.

Decollando la mattina stessa del rilascio mondiale su Netflix, gli spoileratori sono rimasti dunque in volo, e quindi ben lontani da Internet, per tutta la durata dei primi cinque episodi dell’ultima parte de La Casa di Carta. Cinque ore che hanno permesso ai milioni di fan rimasti a terra una visione della serie finalmente libera dagli spoiler. E che si sono trasformate in un’esperienza indimenticabile per tutti coloro che erano a bordo: per la prima volta, chiunque sarebbe stato ben contento di diventare ostaggio della banda.
 

Credits:

Client: Netflix Italy

Creative Agency: Publicis Italia

Global CCO Publicis WW: Bruno Bertelli

CCO: Cristiana Boccassini

Executive Creative Director: Michele Picci

Creative Director: Alessandro Candito

Senior Art Director: Andrea Raia

Senior Copywriter: Matteo Gatto

Client Service Director: Ilaria Lorenzetti

Account Director: Dalila Salhi

Account Manager: Dario Gambera

Junior Account: Flaminia Costanzi

Data Strategist: Andrea Battista

Senior Social Media Manager: Federico Guidera

Senior Project Manager: Vittorio Cafiero

Project Manager: Ornella Scarparo

Head of Production: Francesca Zazzera

Producer: Erica Lora Lamia, Beatrice Pepe

Production Event

Event and Communication Agency: Paride Vitale

Founder & CEO: Paride Vitale

Event Manager: Maria Teresa Frezza

Event Specialist: Elisabetta Savoia

Digital Pr Manager: Chiara Amendola

Production Video

Director: Simone Godano

Production Company: Groenlandia

Executive Producer: Leonardo Godano

Producer: Cecilia Passa

DOP: Leonardo Mirabilia

Editor: Enrico Munarini

 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti