Martedì, 09 Agosto 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Crollo sulla Marmolada: 7 vittime e 8 feriti. Si cercano ancora i 13 dispersi

I soccorritori: "Alquanto impossibile pensare che a più di 24 ore dal crollo possa esserci chi si sia salvato da un fiume di ghiaccio, sassi e rocce"

04 Luglio 2022

La Marmolada, catena delle Dolomiti, è stata interessata da un'ampia valanga che ha travolto due cordate di alpinisti. A crollare è stato un ghiacciaio. La tragedia è avvenuta nel primo pomeriggio di domenica 3 luglio 2022. Subito si erano mosse decine e decine di mezzi di soccorso. Almeno 5 gli elicotteri che si erano alzati in volo da Trento, Bolzano, Belluno e Cortina per soccorrere le persone travolte dalla neve. Ci sarebbero almeno 8 morti, ma si teme che il bilancio possa ancora aggravarsi. Si registrano anche 8 feriti13 dispersi. Le attività di soccorso sono ancora in corso.

Crollo sulla Marmolada: 8 vittime e 8 feriti. Si cercano ancora i 13 dispersi

Sarebbero state almeno una ventina le persone coinvolte nella valanga andata in scena sulla Marmolada. A quanto sembra, un importante blocco di ghiaccio è crollato soprattutto per via del caldo degli ultimi mesi. Il distacco del lastrone di ghiaccio sarebbe andato in scena nei pressi di Punta Rocca, lungo l'itinerario di salita della via normale per raggiungere la vetta. Proprio nella giornata di sabato 3 luglio 2022, sulla Marmolada, era stato raggiunto il record delle temperature, con circa 10 gradi in vetta.

Un campo medico è stato allestito a Canazei. Sono state inoltre attivate le procedure dell'unità di crisi all'ospedale Santa Chiara di Trento. Gianpaolo Bottacin, assessore regionale del Veneto alla Protezione civile, ha detto all'Ansa: "La situazione è in evoluzione ed è difficile allo stato attuale dare con certezza conto dell'accaduto". E ancora: "Sto costantemente informando il Capo del Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio".

Il lastrone è crollato attorno alle 13.45 di domenica 3 luglio. Si trattava di un seracco di ghiaccio (una formazione di ghiaccio a forma di torre). Immediato l'allarme e tantissime le segnalazioni al Numero unico di emergenza da parte di persone che hanno assistito alla valanga da lontano. Un video, girato da un telefono cellulare, ha fatto subito il giro della rete.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti