Mercoledì, 22 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Chi è Jean Paul Belmondo: età, biografia, figli, moglie e filmografia dell'icona del cinema

Aveva origini italiane e aveva recitato per Alberto Lattuada, Vittorio De Sica e Renato Castellani

06 Settembre 2021

Jean Paul Belmondo

Jean Paul Belmondo (foto LaPresse)

Chi è Jean Paul Belmondo, il famosissimo attore francese noto in tutto il mondo per le sue indimenticabili interpretazioni: scopriamo età, biografia, figli, moglie e filmografia. Icona del cinema internazionale, Jean Paul ha origini italiane ed è stato diretto da registi famosissimi nel nostro Paese, fra i quali Vittorio De Sica.

L'annuncio della sua scomparsa ha creato un vuoto nel cuore di tutti i suoi fan e dei colleghi. Si è spento il 6 settembre 2021 nella sua casa a Parigi: aveva 88 anni.

Chi è Jean Paul Belmondo, età, biografia: le origini italiane

Jean Paul Belmondo è nato il 9 aprile 1933 a Neuilly-sur-Seine, Francia. Figlio di Paul Belmondo, scultore francese ma di origini italiane, e di Sarah Rainaud-Richard, una pittrice francese, il giovane coltivava il sogno di fare carriera nel mondo dello sport. Si dedicò però poi al mondo del cinema e del teatro. Si è diplomato al secondo tentativo presso il Conservatoire national supérieur d'art dramatique e ha iniziato il suo apprendistato di attore in teatro, recitando in classici come L'avaro di Molière e poi Cyrano de Bergerac di Rostand.

La sua carriera cinematografica partì dopo che lui partecipò a due pellicole di successo come "A doppia mandata" di Claude Chabrol nel 1959 e "La ciociara" di Vittorio De Sica nel 1960. Jean Paul Belmondo recitò in oltre 80 film e fu una vera e propria icona del cinema. Divenne una vera icona del cinema e fu riconosciuto come un divo fra i più popolari del cinema.

Belmondo diede una svolta al suo percorso artistico verso un filone più commerciale. Fu anche in quella avventura molto apprezzato dal pubblico. Nel 1970 ottenne un enorme successo internazionale con Borsalino, interpretato al fianco di Alain Delon. Ritornò al cinema solo nel 1974 al cinema d'autore con Stavisky il grande truffatore di Alain Resnais, ma senza riscuotere particolari consensi.

Negli anni settanta si specializzò nel genere poliziesco, interpretando spesso molte scene pericolose senza controfigura, intervallando la sua produzione con pellicole drammatiche: in questi anni lavora sotto la direzione di grandi registi come Henri Verneuil, Georges Lautner, Philippe Labro, Jacques Deray e Philippe de Broca. A partire dai tardi anni ottanta, tralasciando crepuscolari pellicole di genere poliziesco, guerra e commedia, come Professione: poliziotto (1983), Irresistibile bugiardo (1984), L'oro dei legionari (1984) e Tenero e violento (1987), Belmondo privilegiò il teatro, ma ottenne ancora un grande riconoscimento dal cinema nel 1989, quando ricevette il Premio César per il migliore attore per il film Una vita non basta di Claude Lelouch.

Aveva 88 anni quando si è spento nella sua casa di Parigi il 6 settembre 2021.

Jean Paul Belmondo, malattia

La mattina dell'8 agosto 2001 è colpito da un'ischemia cerebrale che lo allontana dal grande schermo e dal teatro fino al 2008, quando torna al cinema come protagonista del remake francese di Umberto D. di De Sica. Il 18 maggio 2011 viene insignito della Palma d'oro alla Carriera durante la 64ª edizione del Festival di Cannes. Nel 2016, assieme al regista Jerzy Skolimowski, gli viene assegnato il Leone d'oro alla carriera alla Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

Belmondo si è spento il 6 settembre 2021.

Jean Paul Belmondo moglie e figli

Jean Paul Belmondo sposò il 4 dicembre 1952 la ballerina Élodie Constantin, dalla quale ebbe tre figli: Patricia (1958), deceduta nel 1994 in un incendio, Florence (nata nel 1960) e Paul Alexandre (nato nel 1963), prima pilota automobilistico e poi proprietario di una squadra che gareggia nella 24 Ore di Le Mans.[1]

Dopo il divorzio dalla Constantin, nel 1966 Belmondo ebbe una relazione con l'attrice Ursula Andress che durò fino al 1972. Nello stesso anno, e fino al 1980, fu sentimentalmente legato all'attrice italiana Laura Antonelli, quindi dal 1980 al 1987 con l'attrice e cantante brasiliana Carlos Sotto Mayor.

Il 29 dicembre 2002 sposò a Parigi in seconde nozze Natty Tardivel,[2] con la quale conviveva da circa tredici anni e dalla quale divorziò sei anni dopo. Da questo matrimonio Belmondo ebbe la sua quarta figlia, Stella (nata il 13 agosto 2003). Dal 2008 al 2012 è stato legato a Barbara Gandolfi.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x