Sabato, 29 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Cesare Cremonini si sfoga per gli amici no-vax: "Vanno aiutati, non devono essere isolati"

Il cantante bolognese in un post su Twitter interviene nel dibattito su coloro che ancora non vogliono vaccinarsi contro il Covid

11 Agosto 2021

Cesare Cremonini

Cesare Cremonini invita al dialogo

Il cantautore emiliano Cesare Cremonini è intervenuto in un post su Twitter che fa discutere per commentare la situazione no-vax in Italia. Nel tweet Cremonini invita al dialogo e chiede di evitare l'aggressività contro chi sceglie di non ricevere il vaccino per proteggere dal Covid. Secondo il cantante sono in molti ad avere tra le proprie conoscenze qualcuno che conta come "no-vax", ed è per questo che chi ancora è scettico nei confronti del vaccino deve essere ascoltato e aiutato, e non isolato. "Chi ha questa difficoltà va aiutato", dice Cremonini, che con questo post si è guadagnato grande supporto da parte dei fan, che su Twitter hanno ricondiviso il post.

Cesare Cremonini si sfoga per gli amici no-vax: "Vanno aiutati, devono essere isolati"

Quando si tratta di disavventure o temi controversi, si tende a pensare che capiti sempre agli altri e mai a noi. Come per quanto riguarda la discussione sul vaccino Covid in Italia, dove attualmente la maggior parte dei ricoverati per Coronavirus non ha ricevuto (per scelta o condizioni mediche che lo impedivano) la dose "della salvezza". Il tema no-vax, in altre parole, è sulla bocca di tutti e non schierarsi diventa difficile. "Anche io (come tanti) ho amici che non si sono vaccinati", è l'esordio del tweet di Cesare Cremonini che sta facendo discutere sui social media. Post nel quale il cantautore bolognese ricorda che anche se non lo si vuole ammettere, quella dei no-vax è una realtà che tocca tutti e difficilmente non ci sarà qualcuno nelle nostre vite che abbiamo provato a convincere del contrario.

Se la scelta di vaccinarsi rientra nelle libertà personali di ognuno, sono in molti però a pensare che in una situazione di straordinaria emergenza come quella portata dal Covid, vaccinarsi sia un obbligo morale e un dovere civico. Non ultima ad avere questa opinione è stata la star di Hollywood Jennifer Aniston, che ha raccontato di avere tagliato fuori dalla propria vita gi amici che hanno scelto di non vaccinarsi, o addirittura coloro che non volevano rivelare se avessero fatto il vaccino o meno.

Cesare Cremonini invece, sceglie un approccio più moderato, e invita al dialogo con chi ancora ha deciso di non ricevere la dose. "Anche io (come tanti) ho amici che non si sono vaccinati - dice il tweet di Cremonini - Quando ne parliamo si aggrappano a tutto ma la verità è che alcuni di loro sono dei forti ansiosi, da sempre". Un problema di poca conoscenza e di incomprensione in un ambiente sempre più politicizzato e polarizzato. Questa l'opinione di Cesare Cremonini, che conclude: " Chi ha questa difficoltà va aiutato, non isolato. L’informazione e una comunicazione aggressiva non giovano." Poche polemiche e maggiore comprensione, con questo augurio Cesare Cremonini si è guadagnato un fugace momento di gloria sui social e ha detto la sua nella sempre più controversa battaglia tra i no-vax che si scagliano contro "la dittatura sanitaria" e chi, seguendo le regole da sempre, vorrebbe solo tornare a respirare.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x