Giovedì, 26 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Vaccini Covid, 480 morti under 40 in più? Cosa dicono i dati Istat e Oms

Il deputato leghista Claudio Borghi ha ottenuto i dati sull'eccesso di mortalità tra maggio e dicembre 2021: l'aumento anomalo registrato l'anno scorso sarebbe del 7%

12 Maggio 2022

Prenotazione vaccino Covid

Giovani all'assalto per prenotare il vaccino anti Covid. Photo by CDC on Unsplash

Vaccini Covid, 480 morti under 40 in più? Cosa dicono i dati Istat e Oms. Tra maggio e dicembre del 2021, mesi in cui è prima iniziata e poi proseguita a ritmi serrati la vaccinazione dei più giovani in Italia, c'è stato un aumento del 7% del tasso di mortalità nella fascia 0-39 anni rispetto a quanto sarebbe stato lecito attendersi in base all'andamento degli ultimi 10 anni. Stando ai dati Istat, i decessi in più rispetto al 2020 sono stati in numero assoluto 504. Un'anomalia confermata anche dai dati a disposizione dell'Organizzazione mondiale della sanità, che ha registrato 894 morti in più rispetto a quelli che si aspettava. Numeri ottenuti dal deputato leghista Claudio Borghi, che da settimane aveva annunciato di voler approfondire il tema delle morti improvvise. I dati da lui raccolti sollevano più di un quesito. 

Vaccini Covid, 480 morti under 40 in più? Cosa dicono i dati Istat e Oms

Per non arrivare a conclusioni sbagliate, come riporta oggi il quotidiano La Verità, l'onorevole li ha sottoposti all'attenzione del professore di statistica Antonello Maruotti. In base al suo modello, eliminando i decessi dovuti al Covid e ad eventi imprevedibili come possono essere gli incidenti stradali, i morti che non hanno una spiegazione sono 480. L'analisi prende in esame otto mesi, da maggio a dicembre 2021, per due motivi precisi.

Innanzitutto perché è il periodo in cui in Italia è cominciata la vaccinazione di massa anche per gli under 40. E poi perché estendere l'esame al 2022 non avrebbe senso, visto la distorsione portata dalla variante Omicron, con una capacità di diffusione molto più elevata. Come si spiegano questi morti in più? I vaccini Covid potrebbero esserne la causa?

Le ipotesi del deputato leghista Claudio Borghi

Il sospetto di Borghi è che sia proprio così. Al giornalista Alessandro Rico, che gli chiede se questo eccesso si possa spiegare con la mancata cura di altre patologie proprio a causa della pandemia, il deputato risponde che le conclusioni sarebbero ancora più gravi, perché sarebbe "la conseguenza indiretta di una gestione disastrosa della pandemia".

Un altro confronto balza agli occhi: stando all'ultimo rapporto dell'Istituto Superiore di Sanità, i morti di Covid under 40 dall'inizio della pandemia sono 588, un numero quasi coincidente con quello dell'eccesso di mortalità. Evidenza che porta a farsi un'altra domanda: se quei decessi si spiegassero effettivamente con la vaccinazione, il rapporto rischi benefici derivante dalla somministrazione del vaccino sarebbe nullo per chi ha meno di 40 anni? La risposta di Borghi è affermativa. 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x