Giovedì, 26 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Banco Desio: primo trimestre 2022 utile netto a 32,9 mln euro (+64,5%)

Margine operativo Q1 2022 della banca pari ad Euro 55,7 mln, (+24,7%) spinto dall’incremento dei ricavi a 122,0 mln di euro (+10,4%) rispetto al 2021

06 Maggio 2022

alessandro decio

fonte: Imagoeconomica

Il Consiglio di Amministrazione del Banco di Desio e della Brianza S.p.A. ha approvato la presente “Relazione finanziaria trimestrale consolidata al 31 marzo 2022”.  I risultati dei primi tre mesi dell'anno vedono un utile netto consolidato a 32,9 mln euro (+64,5%), con ROE annualizzato a 8,4%. Margine operativo Q1 2022 pari ad Euro 55,7 mln, in miglioramento rispetto al Q1 2021 (+24,7%) spinto dall’incremento dei ricavi ad Euro 122,0 mln (+10,4% rispetto al Q1 2021) e dalla crescita dei volumi sopra la media di mercato.

Banco Desio chiude primo trimestre 2022 con utile netto consolidato a 32,9 mln euro (+64,5%)

Di seguito i principali indicatori economici e patrimoniali di periodo

-Utile netto consolidato in netta crescita a 32,9 milioni di Euro (+64,5%)

-Redditività in aumento (ROE annualizzato a 8,4%) con oneri operativi stabili e costo del rischio sotto controllo.

-Migliora la Gestione operativa (+24,7%) per effetto di una crescita dei proventi (+10,4%).

-Cost income ratio a 60,3%, migliora di 5,4 pts

-Commissioni nette +5,3% principalmente per l’andamento positivo dei ricavi derivanti da flussi transazionali, bancassicurazione e gestioni patrimoniali (+5,2% su distribuzione OICR, +10,5% su prodotti assicurativi e +18,3% su GPM) nonostante il lieve rallentamento sul comparto gestito causato dal contesto negativo di mercato.
Impieghi verso la clientele ordinaria a 11,2 miliardi di euro (+1%) con ulteriori erogazioni a famiglie e imprese nel primo trimestre 2022 per 0,5 miliardi di euro

-Crediti Ecobonus/Sismabonus acquistati per circa 0,2 miliardi di euro

-Raccolta indiretta pari ad Euro 17,3 miliardi (-3,8%, di cui clientele ordinaria in calo del -4,0%, ascrivibile all’effetto mercato di periodo negativo)

-Raccolta diretta in aumento pari ad Euro 12,9 miliardi (+3,5%)[1]
Incidenza dei crediti deteriorati contenuta: NPL ratio lordo al 4,0% (4,1% al 31 dicembre 2021) e netto al 2,1%

-Rigorosa valutazione dei crediti con LIVELLI DI COVERAGE sui crediti deteriorati al 50,6% e sui crediti in bonis allo 0,9%

-Liquidità sotto controllo con indicatore LCR a 195,7%.
 



 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x