Venerdì, 30 Settembre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Energy saving: il ruolo strategico della diagnosi energetica

Obiettivo: ridurre gli sprechi e accrescere la competitività delle imprese

15 Settembre 2022

Energy saving: il ruolo strategico della diagnosi energetica

save NRG - 

La diagnosi energetica costituisce uno strumento fondamentale per rilevare l’efficienza di un impianto, i consumi di un edificio e individuare eventuali sprechi e potenziali guasti per intervenire rapidamente nel caso di eventuali criticità, attraverso interventi di riqualificazione mirati. Il Dlgs 141/2016, a integrazione del Dlgs 102/2014, all’art .2 lettera b – bis definisce la diagnosi energetica come una procedura sistematica volta a fornire un’adeguata conoscenza del profilo di consumo energetico di un edificio o gruppo di edifici, di un'attività o impianto industriale o di servizi pubblici o privati, ad individuare e quantificare le opportunità di risparmio energetico sotto il profilo costi - benefici e riferire in merito ai risultati. Il Decreto Legislativo – in recepimento della direttiva europea EED 2012/27/UE – al comma 1 dell’articolo 8, precisa che le grandi imprese (oltre 250 dipendenti, con fatturato annuo al di sopra di 50 milioni di euro) e le imprese energivore (iscritte nell’elenco annuale istituito presso la Cassa per i Servizi Energetici e Ambientali) hanno l’obbligo di effettuare la diagnosi energetica nei siti localizzati sul territorio nazionale. 
Tale diagnosi non fornisce solo preziose informazioni sui consumi energetici e sui possibili interventi per tagliare i costi in bolletta ma anche idee per migliorare l’intero processo produttivo, la competitività delle imprese e la sostenibilità ambientale dei processi. 

Specifici servizi di diagnosi energetica

save NRG, l’innovativa azienda italiana che accompagna imprese e privati nei processi di transizione energetica e decarbonizzazione, supporta le aziende con specifici servizi di diagnosi energetica che, attraverso l’analisi dettagliata delle fatture di consumo, dei processi produttivi, dei flussi di energia e delle abitudini di consumo dell’impresa, riescono a identificare sprechi e inefficienze del sistema energetico, ottimizzando i costi di processo su tutta la filiera produttiva. Tra le aziende partner che si sono rivolte a save NRG per migliorare ulteriormente le proprie prestazioni energetiche e ambientali, c’è anche Novotema, società italiana leader nella progettazione e realizzazione di guarnizioni su misura in materiali elastomerici.

L’organizzazione è stata inizialmente sottoposta ad una prima fase di diagnosi energetica che ha previsto, un’accurata analisi dei consumi e degli sprechi energetici degli impianti. Successivamente si è passati alla seconda fase della diagnosi che ha previsto, la valutazione delle potenziali azioni di miglioramento da mettere in atto per ridurre l’impatto ambientale e diminuire i costi energetici ottimizzando i processi industriali. A seguito di quest’ultima analisi, si è proceduto con l’intervento tecnico - installativo vero e proprio, presso le cabine elettriche di Novotema, di sistemi, posizionati a valle dei trasformatori, che incrementano l’efficienza energetica del sistema impianto nel suo complesso. Questa soluzione tecnologica di save NRG, integrata nel Servizio 3e, ottimizza le tensioni in base all’effettivo fabbisogno degli impianti, a parità di funzionamento degli stessi e dei carichi applicati alla rete elettrica. In questo modo si può intervenire sulla tensione in eccesso, senza alcun impatto sull’attività delle macchine o del singolo dispositivo, si ottiene una riduzione delle armoniche e dell’energia reattiva e si stabilizza la tensione ottimizzando e riducendo i picchi di potenza, minimizzano perdite e sprechi, riducendo potenziali fermi macchine o guasti dovuti ad eventuali problemi di rete.

Il monitoraggio integrato

L’intelligenza funzionale di questo sistema è garantita e coordinata dal dispositivo di monitoraggio integrato, in grado di leggere i consumi e di assicurare la riduzione di sprechi e perdite, garantendo un energy saving pari all’8% e una quantità di CO2 risparmiata pari a 240 tonnellate annue, equivalenti a 160 alberi piantumati. Il sistema necessiterà di pochissima manutenzione e potrà essere controllato da remoto, in questo modo si potranno controllare con facilità e in tempo reale il livello di efficientamento energetico raggiunto e le eventuali problematiche da gestire.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x