Martedì, 28 Giugno 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

In Russia arriva la sorveglianza predittiva. Il Paese vuole mettersi al sicuro da rischi

Due società hanno sviluppato un sistema di sorveglianza integrata particolarmente potente e invasivo. Allerta massima anche a causa della guerra

25 Maggio 2022

Usa, attacchi hacker a metro, traghetti e fabbriche. "Colpa di Cina e Russia"

computer (foto pixabay)

A.L. Mints Radio Engineering Institute e Nidaar, Rti Systems hanno sviluppato un sistema di sorveglianza integrata particolarmente potente e invasivo. La Russia si vuole mettere al riparo da eventuali attacchi indesiderati. Le due società lavorano nel settore tecnologico e sono sotto le dipendenze del Ministero della difesa russo.

In Russia arriva la sorveglianza predittiva

“Abbiamo fatto grossi passi avanti nell'implementazione dell'identificazione degli individui. Abbiamo sviluppato strumenti per profilare le persone basati sulle loro attività online su piattaforme come TikTok, YouTube, VKontakte, Yandex e Facebook. Il sistema consente di creare profili individuali e valutare il livello di minaccia ad altre persone in base a una combinazione di diversi fattori”, spiega a Tass l'amministratore delegato Yuri Anoshko.

C'è inoltre la possibilità di esaminare i passanti anche tramite un software di interpretazione delle micro-espressioni facciali e dell'andatura. E poi identificare oggetti pericolosi e sostanze proibite. La Tass precisa che "può identificare in modo affidabile e tempestivo potenziali minacce alla società". Le forze di polizia lo hanno già ordinato. Ma anche società private lo sfrutteranno suggerendone l'adozione in aeroporti, stazioni ferroviarie, stadi e altri luoghi affollati.

Una svolta importante in Russia, visto che solamente nelle opere di fantascienza distopica era possibile accedere a tutto ciò. In realtà si tratta di singole tecnologie disponibili anche in occidente, e non da poco. La Russia sarà uno dei primi Paesi ad utilizzare questo sistema. Altri Paesi non lo hanno ancora fatto, probabilmente per la privacy. Le forze di polizia data anche l'allerta sempre maggiore scaturita in seguito all'operazione militare speciale voluta da Putin lo utilizzerà. In Cina diverse inchieste giornalistiche internazionali hanno documentato l'adozione da parte del governo di un sistema di sorveglianza tecnologica analogo a quello annunciato oggi in Russia.

Mentre il Washington Post, rivela che Israele impiegherebbe qualcosa di simile per sorvegliare i palestinesi della Cisgiordania.
 

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x