Giovedì, 23 Settembre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Il primo Personal Computer IBM compie 40 anni. Da allora non ne abbiamo più fatto a meno

Il 1 settembre 1981 il pc entrava nelle nostre vite grazie alla produzione di massa di IBM. Un anniversario storico che segna il passare del tempo

01 Settembre 2021

IBM primo pc

L' IBM 5150, il primo PC venduto in massa

Anniversario tecnologico per il primo Personal Computer IBM, l'IBM 5150, entrato in commercio esattamente 40 anni fa, il 1 settembre 1981. Un'invenzione che ha rivoluzionato la vita di milioni di persone, e che ha posto le basi per la società digitalizzata di oggi. Con il suo microprocessore ad architettura x86, il primo PC della storia è entrato nella nostra quotidianità, per non andarsene più. Ecco le sue caratteristiche principali e chi è il genio che lo ha creato.

Il primo Personal Computer IBM compie 40 anni. Da allora non ne abbiamo più fatto a meno

Quaranta candeline sulla torta, o meglio sulla tastiera, dell'IBM 5150, il primo personal computer commercializzato alle masse dalla compagnia tecnologica più famosa di sempre. Il 1 settembre 1981 IBM mette in circolazione un prodotto fuori dal comune: dal design grossolano se comparato con gli strumenti con i quali abbiamo a che fare oggi, ma considerato di grandissima moda e di alta tecnologia alla sua uscita. Grande, pesante, rumoroso, l'IBM 5150 è quanto di più lontano ci possa essere dai sottilissimi e super efficienti computer in circolazione oggi. Ma non solo, una delle caratteristiche più distintive del padre di tutti i pc da casa è proprio il suo frastuono, il rumore da bit così inconfondibile per chi ne ha avuto uno. Il respiro della macchina, così come lo ricordano in molti, è invece un suono fuori dal mondo per le ultime generazioni. Immaginate un membro della generazione Z di fronte a questo colosso: un cimelio storico, un reperto archeologico, lo considererebbero.

Ma un cimelio importantissimo, senza il quale non ci sarebbe la tecnologia di oggi.

Compagnia tecnologica da sempre in prima linea nell'innovazione che è alla base della nostra società digitalizzata, IBM presenta l' "IBM Personal Computer", poi abbreviato in PC IBM o IBM 5150. Ideato 12 agosto 1981 e commercializzato dal 1 settembre, il pc è stato uno dei primi personal computer con microprocessore ad architettura x86. Una tecnologia comoda e pratica, anche se ad oggi non risulta esattamente "portatile". È stato commercializzato da settembre 1981 ad aprile 1987, ed è poi stato sostituito dall'IBM Personal Computer XT.

Il primo PC IBM: genio e caratteristiche dell'antenato dei computer

L'antenato dei nostri computer, fissi e portatili, ha un nome. O meglio, un numero. Nel mondo a codice binario che in modo invisibile popola le nostre giornate, il 5150 della IBM è senza ombra di dubbio un tassello storico imprescindibile del progresso tecnologico odierno. Nella sua goffaggine da anni '80, l'IBM 5150 si presentava al mondo il 1 settembre 1981, con in dotazione uno schermo ai fosfori verdi, monocromatico. Il suo sistema operativo era l'MS Dos, software ottenuto in licenza d'uso niente meno che dalla Microsoft di Bill Gates. Nella sua versione originale, prima che si evolvesse nell'IBM Computer XT, era in grado di stampare solamente semplici righe di testo su uno sfondo completamente nero.

Da lui arriva la denominazione "PC IBM", che è poi stata usata per indicare tutti i successivi personal computer della IBM. Un nome che è diventato sinonimo di qualità nell'ambito della tecnologia, considerato che gli eredi dell'IBM 5150 hanno ancora componenti hardware che si presentano nei laptop di ultima generazione  presenti nelle nostre case. 

Alla luce di questo anniversario tecnologico, bisogna ringraziare il genio di William C. Lowe, dirigente IBM e conosciuto oggi come "il padre del pc", che ha convinto i colleghi a investire nel mercato dei computer da casa, commercializzando un prodotto sofisticato per le masse. La forza di IBM su altri personal computer che già esistevano (come Apple II e i modelli di Atari e Commodore) è stata infatti quella di avere in mente il consumatore medio degli anni '80. Il 5150 si presentava come un prodotto efficace con cui lavorare, invece che come un gingillo tecnologico contorto e complicato da usare. Grazie all'intuizione di Lowe, che ha commercializzato in modo intelligente il personal computer, è iniziata una rivoluzione tecnologica che continua ancora oggi, e che ci impedisce in modo irrimediabile di fare a meno degli strumenti tecnologici come quel lontano, ingombrante, IBM 5150.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x