Domenica, 02 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ucraina, "Zaporizhzhia rischio catastrofe nucleare? Colpa di Biden e Zelensky”: l’accusa di Mosca

Mosca accusa Biden e Zelensky di aver portato Zaporizhzhia a rischio catastrofe nucleare e avverte: "Danneggiati i serbatoi dell'acqua". Usa: "Aiea entri immediatamente"

Di Maria Melania Barone

12 Agosto 2022

Ieri c'è stata la riunione del consiglio di sicurezza dell'ONU voluta proprio da Mosca  che accusa   Kiev  di aver lanciato un missile bombardato la centrale nucleare da cui due giorni fa si è sollevata una nube nera. Adesso però è Kiev a chiedere al mondo di cacciare i russi dalla centrale. La sensazione è che si stia lottando con tutte le proprie forze per poter difendere quello che resta della più grande centrale nucleare dell' Ucraina, in grado di fornire il paese per il 40% della sua energia. È questo il motivo per cui Kiev non può lasciare   Zaporizhzhia. E per lo stesso motivo i russi devono prenderla, per poter mettere in ginocchio   Zelensky.
Ma se stavolta Mosca ha dovuto convocare il consiglio di sicurezza dell' ONU è perché qualcosa all'interno della centrale è successo davvero, ma fuori si continua a combattere.

Ucraina, a Zaporizhzhia è il disastro. Mosca all'ONU: "Colpa di Zelensky e Biden"

Ma lo scambio di accuse tra Russia e Ucraina nasconde in realtà quello che può essere effettivamente un disastro nucleare, proprio questa notte un raid di Kiev ha colpito la centrale nucleare gettando "il mondo sull'orlo del disastro". Il disastro generato da Zaporizhzhia sarebbe superiore a quello di Chernobyl dove esplose un solo reattore, ma giapponese ne ha ben 6 e tutti esposti ai raid e ai missili delle due fazioni opposte.
E se Mosca adesso dice che l'eventuale disastro nucleare non è colpa loro ma è colpa di Biden e Zelensky, forse per una volta dobbiamo credergli. Perché era marzo scorso quando i russi presero la centrale trovando prove di una bomba sporca a cui gli americani e gli ucraini stavano lavorando. Zaporizhzhia non era solo la centrale più grande dell'Ucraina, ma era diventata un obiettivo sensibile, un centro militare avanzato.

Ucraina, Zaporizhzhia sull'orlo del disastro: "Saltato in parte l'impianto di raffreddamento"

L'ambasciatore russo all' Onu  riunitosi durante il consiglio di sicurezza ieri sera, Vasily Nabenzia, ha dichiarato: " Abbiamo ripetutamente avvertito i nostri colleghi occidentali che se non riescono a portare alla ragione il governo di Kiev, ricorrerà adatti più atroci e insensati che si riverbereranno ben oltre i confini dell'Ucraina. Purtroppo è ciò che sta accadendo". E mentre accade tutto questo fuori si continua a combattere sia da parte russa che da parte Ucraina. Gli ucraini non mollano, non mollerebbero nemmeno se scoppiasse il reattore sotto i loro occhi perché quella centrale la vogliono a tutti i costi.
"Gli atti criminali dell' Ucraina contro la centrale nucleare di Zaporizhzhia spingono il mondo sull'orlo di un disastro nucleare paragonabile a Chernobyl".
Questa notte altre raid hanno colpito la centrale dove però risulta "danneggiata la centrale termica e i serbatoi dell'acqua del sistema di raffreddamento del reattore della centrale di Zaporizhzhia che sono stati parzialmente danneggiati dai raid ucraini".
Intanto anche il segretario di stato USA Bonnie Jackys ha riferito all' Onu che la visita non può più essere rimandata e che l'Agenzia internazionale per l'energia atomica alla centrale deve assolutamente entrare all'interno.

Ucraina, attacco a Zaporizhzhya. Guterres: "Ogni attacco a centrale nucleare è suicida"



Il segretario generale delle Nazioni Unite ha chiesto che gli ispettori dell'Aiea possano avere accesso all'impianto

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x