Mercoledì, 05 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Ucraina, Lavrov: "Raggiungeremo obiettivi". Blinken: "Non riconosceremo annessioni"

Prima telefonata tra il segretario di Stato Usa e il ministro degli Esteri russo dal giorno dello scoppio della guerra in Ucraina

30 Luglio 2022

Ucraina, Lavrov: "Raggiungeremo obiettivi". Blinken: "Non riconosceremo annessioni"

fonte: imagoeconomica.it

Antony Blinken e Sergei Lavrov si sono sentiti per la prima volta al telefono dal giorno dello scoppio della guerra in Ucraina. Il segretario di Stato Usa ha riferito di aver avuto "una conversazione franca e diretta" con il ministro degli Esteri russo e lo ha esortato ad accettare "l'offerta sostanziale" proposta da Washington sullo scambio di prigionieri tra Stati Uniti e Russia. Poi è passato all'attacco con parole più forti: "Il mondo non riconoscerà le annessioni" di territori ucraini a Mosca. Dall'altra parte anche Lavrov si è mostrato molto fermo: ha detto che "gli obiettivi dell'operazione militare speciale in corso sul territorio della Repubblica popolare di Donetsk, della Repubblica popolare di Lugansk e dell'Ucraina saranno pienamente raggiunti e attuati".

Ucraina, Lavrov: "Raggiungeremo obiettivi". Blinken: "Non riconosceremo annessioni"

"Non posso darvi una valutazione se penso che le cose siano più o meno probabili" dopo il colloquio telefonico con Lavrov, ha affermato il capo della diplomazia di Washington. "Io ho sollevato con lui quello che avevo detto che avrei sollevato", ha continuato Blinken. Poi ha affermato che la comunità internazionale "imporrà significativi costi aggiuntivi se la Russia procederà con i suoi piani" di annessione.

Inoltre, "ho fatto pressioni perché il Cremlino accetti la proposta sostanziale che abbiamo presentato sul rilascio di Paul Whelan e Brittney Griner" ha fatto sapere Blinken. Secondo quanto affermato nei giorni scorsi dall'emittente televisiva americana Cnn, gli Usa avrebbero proposto di scambiare Whela, accusato di spionaggio, e Griner, di traffico di droga, entrambi detenuti in Russia, con Viktor Bout, russo accusato di traffico d'armi ora detenuto in un carcere americano di massima sicurezza.

Il segretario di Stato Usa Anthony Blinken ha poi riferito che le parole di Sergei Lavrov durante il colloquio: il ministro degli Esteri russo ha sostenuto che le relazioni tra Stati Uniti d'America e Russia "devono essere normalizzate" e non solo in tema di guerra in Ucraina.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x