Domenica, 03 Luglio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Usa Ucraina: "Altri 500 milioni di dollari in aiuti militari"

Gli Stati Uniti varano altri 500 milioni di dollari in armamenti verso l'Ucraina, candidato ad essere un paese dell'Ue. Il Lussemburgo avverte: "non è un assegno in bianco"

24 Giugno 2022

Crisi Ucraina, Biden: "Guerra senza senso, costo immenso per Russia"

Joe Biden (fonte Instagram @potus)

Zelensky è arrivato dove voleva: alla candidatura dell'Ucraina come stato membro dell'Unione Europea. Una candidatura da sempre rifiutata perché l'Ucraina si è dimostrata un paese dove le libertà fondamentali non erano garantite, non era garantito un sistema elettorale in grado di rispettare il pluralismo e la democrazia e, lo stesso Zelensky ha chiuso circa 10 canali televisivi lasciando in piedi soltanto il proprio.


Ma adesso ce l'ha fatta, il nome dell'odio verso Mosca è stato candidato come membro dell'Unione Europea, e benché questa candidatura fosse quasi obbligatoria, in molti paesi non l'hanno digerita. Non l'ha digerita la Germania che a causa del l'Ucraina rischia la sua prima vera grande recessione economica, non l'ha digerita nemmeno il Lussemburgo che ha annunciato ha l'Ucraina che la candidatura a membro dell'Unione Europea non è un assegno in bianco. E infatti avere un paese come l'Ucraina nell'Unione Europea significa considerare di sganciare almeno 1000 miliardi per la sua ricostruzione. Miliardi da chiedere alla Russia in un secondo momento, quando si dovrà istituire la seconda Yalta volta a stabilire chi è che deve risarcire chi e come farlo.


Intanto Joe Biden alle idee abbastanza chiare in fatto di guerra. Dopo aver difeso strenuamente la posizione di suo figlio a capo della più grande multinazionale del gas ucraino, ha deciso di stanziare circa 40 miliardi da erogare un po' alla volta per gli armamenti in Ucraina. Dopo l'annuncio di voler rifornire Kiev per un miliardo in armamenti, ha deciso di darsi da fare per allargare la forbice di altri 450 milioni di dollari. Ovviamente lo fa per spirito umanitario perché Mariupol è occupata dalle forze armate russe ed è sull'orlo di una catastrofe epidemiologica come ha detto anche il sindaco della città Vadym Boykenko.


Una situazione che rende impossibile il dialogo conigli Stati Uniti d'America. Come riferito da Maria Zakharova all'agenzia tasse, la parte russa ritiene che sia oggettivamente impossibile tenere consultazioni di esperti Russo americani su questioni irritanti bilaterali pianificate per il prossimo futuro, soprattutto perché Washington ha moltiplicato questa irritazione con le sue pratiche.


La diplomazia fallito ancora una volta perché questa guerra e necessaria per qualcuno.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x