Mercoledì, 27 Ottobre 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Covid Israele, contagi record tra i vaccinati. Il ministro Ash: "Diffusione mai vista prima"

Con un picco di 10mila casi Covid al giorno, Israele si prepara a una nuova e difficilissima ondata, la quinta, quella dei vaccinati. Il ministro della Salute Nachman Ash è "deluso e sconvolto"

18 Settembre 2021

Covid Israele,

Nachman Ash

In Israele la situazione sembra essere fuori controllo e a farlo capire chiaramente è il capo del ministero della Salute Nachman Ash, il quale rende noto che i contagi Covid stanno raggiungendo "livelli record" anche tra i vaccinati. Oggi infatti nel Paese la media dei nuovi casi si aggira attorno a 10.000 e la maggior parte di essi hanno già ricevuto la seconda (se non addirittura la terza) dose del farmaco contro il Coronavirus. 

Israele, contagi Covid senza precedenti: la maggior parte sono vaccinati

Nachman Ash, direttore generale del ministero della Salute afferma che l'attuale ondata di infezioni da Covid in Israele "sta superando qualsiasi cosa vista nei precedenti focolai", motivo per il quale si dice "molto deluso" dal fatto che una recente tendenza al ribasso sembra essersi invertita. Ash, in videochiamata con i membri del Comitato per la Costituzione, la Legge e la Giustizia della Knesset, ammette che il tasso di positività è drasticamente aumentato nei giorni scorsi. A preoccupare maggiormente gli esperti è però una cosa in particolare: tra i circa 10mila casi giornalieri, la stragrande maggioranza è fatta di persone già vaccinate.

"Questo è un record che non esisteva nelle ondate precedenti", rivela il ministro Ash, esprimendo un certo pessimismo. "Una settimana fa eravamo in una chiara tendenza al ribasso; negli ultimi giorni abbiamo assistito a un arresto del declino e il numero di riproduzione del virus è (di nuovo) superiore a 1", continua l'esperto. I valori sopra l'1 mostrano infatti che l'epidemia è in crescita, sempre nonostante la maggior parte della popolazione sia vaccinata.

Di questi nuovi e preoccupanti casi, circa 80 pazienti ogni giorno si ammalano gravemente. "Aumenta anche, da 150 a 190, il numero dei pazienti sui ventilatori. Quelli sulle macchine ECMO più critiche va da 23 a 31", spiega ancora il ministro della Salute di Israele, che si prepara dunque ad aiutare anche i vaccinati contagiati. Ma com'è possibile tutto questo?

Gli stessi esperti sembrano essere scoraggiati più che mai: un tempo tutto il mondo elogiava Israele per la velocità con cui aveva somministrato milioni di dosi di vaccino ai suoi abitanti, ora però, il cosiddetto "Paese modello" mostra le sue fallacie: nonostante la vaccinazione di massa, il Governo è al lavoro per affrontare una nuova e difficilissima ondata, la quinta, quella dei vaccinati.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x