Venerdì, 21 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Afghanistan, ultime notizie: scontri in aeroporto, coinvolte le forze occidentali

Il portavoce dei talebani: se Usa restano dopo il 31 agosto noi reagiremo

23 Agosto 2021

Afghanistan, ultime notizie: scontri in aeroporto. Coinvolte le forze occidentali

Scontri a fuoco sono scoppiati lunedì 23 agosto in aeroporto a Kabul tra uomini armati non identificati, forze di sicurezza occidentali e guardie afgane. La notizia è riportata da membri delle forze armate tedesche, mentre migliaia di afgani e stranieri continuano ad ammassarsi intorno all'aeroporto in cerca di fuggire dai talebani.

Per ora il bilancio è di una guardia afgana morta, mentre altre tre sono rimaste ferite nella battaglia. Nel fuoco sono state coinvolte forze statunitensi e tedesche, secondo quanto comunica l'esercito tedesco su Twitter, senza specificare se l'afghano morto fosse uno dei combattenti talebani schierati a guardia dell'aeroporto L'aeroporto è stato il principale teatro delle vicende afghane da quando i talebani hanno conquistato la capitale lo scorso 15 agosto, mentre le forze statunitensi e internazionali cercano di evacuare i cittadini e i cittadini afghani a rischio sotto il regime degli studenti barbuti.

Biden ha "il cuore spezzato per Kabul" e i talebani "reagiranno se gli Usa non rispetteranno gli accordi"

Domenica 22 agosto i combattenti talebani hanno respinto la folla all'aeroporto, con un bilancio di sette afghani uccisi nella ressa ai cancelli. "Le forze straniere in Afghanistan non hanno cercato di estendere la scadenza del 31 agosto per lasciare il paese", ha detto oggi un funzionario talebano, dopo che il presidente Joe Biden ha affermato che le truppe statunitensi potrebbero rimanere più a lungo per supervisionare un'evacuazione "dura e dolorosa".

Le forze straniere stanno lavorando con l'orizzonte temporale della scadenza di fine agosto, concordata con i talebani per lasciare il paese nelle ultime settimane, anticipando quello che era l'obbiettivo finale di lasciare il paese nella data-simbolo dell'11 settembre. Decisione poi annullata per non consegnare ai talebani anche una vittoria simbolica (forse già presagendo quello che sarebbe accaduto, e sta ora accadendo)

"Sia chiaro, l'evacuazione di migliaia di persone da Kabul sarà dura e dolorosa" e lo sarebbe stata "non importa quando è iniziata", ha detto il presidente statunitense Joe Biden in un briefing alla Casa Bianca. "Abbiamo una lunga strada da percorrere e molto potrebbe ancora andare storto". Alla domanda di un giornalista se gli Stati Uniti avrebbero prorogato la scadenza del 31 agosto per le evacuazioni, Biden ha risposto: "La nostra speranza è che non dovremo prolungare, ma sospetto che ci saranno discussioni su quanto siamo avanti nel processo."

Biden ha inoltre detto di aver ordinato al Dipartimento di Stato di contattare gli americani bloccati nel paese, dove sono in atto i checkpoint talebani. "Stiamo eseguendo un piano per trasferire in sicurezza gruppi di questi americani e per trasferirli in modo sicuro ed efficace nel complesso dell'aeroporto. Per motivi di sicurezza, non entrerò nei dettagli...ma dirò ancora oggi cosa L'ho detto prima: ogni americano che vuole tornare a casa tornerà a casa".

Nel frattempo il portavoce dei talebani ha annunciato che: "Se gli Stati o la Gran Bretagna cercheranno di guadagnare tempo per continuare le evacuazioni dall'Afghanistan ci saranno delle conseguenze". Suhai Shaheen ha affermato, infatti:- "Il presidente Biden ha annunciato che il 31 agosto avrebbe ritirato tutte le truppe americane. Quindi se estendono il limite significa che stanno estendendo l'occupazione e non ce n'è bisogno".

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x