Martedì, 03 Agosto 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Covid, Johnson riapre la Gran Bretagna: "Dobbiamo farlo anche se ci saranno morti"

Da lunedì 19 luglio 2021 la Gran Bretagna abbandona le restrizioni Covid: ecco cosa cambia. La decisione di Boris Johnson sulle riaperture

06 Luglio 2021

Covid, Johnson riapre tutta la Gran Bretagna:  "É arrivato il momento di farlo"

Boris Johnson (fonte Facebook @BorisJohnson)

Addio alle restrizioni Covid in Gran Bretagna: dal prossimo 19 luglio in tutto il Paese decadono sia l'obbligo di mascherina che quello del distanziamento sociale e gli inglesi ritornano così finalmente a vivere. Lo ha annunciato il premier britannico Boris Johnson nell'ultima conferenza stampa, precisando però che "potrebbero esserci 50mila casi al giorno" nelle prossime settimane.

Covid, Johnson riapre la Gran Bretagna: "Dobbiamo farlo anche se ci saranno morti"

Dopo giorni di indiscrezioni, ecco che arriva la conferma: il primo ministro inglese riapre tutta la Gran Bretagna. Non spaventa quindi la diffusione della variante Delta del Covid. "La pandemia non è finita e non finirà per il 19 luglio - dice Johnson - e potrebbero esserci 50mila casi di Coronavirus al giorno", ma ora è arrivato il momento di ripartire

Il merito delle riaperture secondo il premier britannico è delle vaccinazioni, le quali hanno portato a una notevole diminuzione dei decessi. Al momento in Gb sono 45,35 milioni le persone che hanno ricevuto la prima dose di vaccino e 33,73 milioni la seconda.

I contagi e i decessi però potrebbero lo stesso aumentare. "Bisogna - precisa Johnson - purtroppo riconciliarsi con l'idea di altri morti di Covid. Ma se non lo facciamo adesso quando abbiamo fatto così tanto con la campagna vaccinale per spezzare il legame, quando mai potremo farlo?", si domanda infine il premier. 

Gran Bretagna, addio alle restrizioni Covid: cosa cambia

Da lunedì 19 luglio 2021 dunque la Gran Bretagna dirà addio alle restrizioni Covid e la situazione in tutto il Paese cambierà. In particolare cadranno l'obbligo delle mascherine - sia all'aperto che al chiuso -, del distanziamento sociale di almeno un metro e del limite di 6 persone nelle case private. Cambiano anche le norme per il lavoro: in molti da metà luglio lasceranno lo smart working e torneranno in presenza.

Ci sarà però solo un ultima verifica in Gran Bretagna che gli esperti terranno il 12 luglio. Se la situazione sarà quella prevista, Johnson confermerà le riaperture. La linea del primo ministro inglese è quella di far tornare i suoi connazionali alla vita di prima. Al termine della conferenza il premier ha inoltre precisato che le regole saranno valide nella sola Inghilterra, mentre per Scozia, Galles e Irlanda del Nord saranno i governi locali a decidere.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x