Sabato, 24 Luglio 2021

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Variante Covid 19, Francia, Belgio e Olanda riaprono i collegamenti con la Gran Bretagna

Il porto di Dover ha riaperto nella notte

23 Dicembre 2020

Variante Covid 19, Francia riapre i collegamenti con la Gran Bretagna

Francia, Belgio e Olanda hanno parzialmente riaperto i loro confini con la Gran Bretagna per consentire il rientro dei connazionali e sbloccare il traffico delle merci attraverso la Manica. Il porto di Dover ha riaperto nella notte.

I passeggeri di più di 11 anni dovranno presentare il risultato di un test negativo per il covid effettuato non oltre 72 ore. La Germania invece ha esteso al sei gennaio la chiusura delle frontiere sia con la Gran Bretagna che con il Sudafrica, i due Paesi dove si sono sviluppati focolai del nuovo ceppo di coronavirus più contagioso. La Spagna ha sospeso i voli in arrivo fino al cinque gennaio e l'Irlanda fino al 31 dicembre.

Intanto, le migliaia di tir bloccati nel Kent, in Inghilterra, dopo lo stop agli arrivi dalla Gran Bretagna imposto domenica dalle autorità francesi, ripartiranno "questa mattina", ma serviranno "un paio di giorni" prima che venga smaltito il traffico che si è accumulato. Lo ha annunciato il segretario di Stato britannico per l'Edilizia abitativa, le Comunità e il Governo locale, Robert Jenrick, in un'intervista all' Lbc'.

"Le forze armate ci aiuteranno a mettere in atto delle procedure nel corso della giornata" in modo che venga organizzato un sistema per effettuare i tamponi "all'aeroporto di Manston e in altre località del Kent", ha aggiunto.

L'annuncio del ministro francese dei Trasporti Jean-Baptiste Djebbari

I collegamenti aerei, marittimi e ferroviari con il Regno Unito riprenderanno da "domani mattina".

Gli ingressi in Francia saranno consentiti ai cittadini francesi, ai residenti in Francia e a "coloro che hanno un motivo legittimo" per recarsi nel Paese, ma dovranno mostrare "un test negativo".

Djebbari nel suo tweet ringrazia per il "fantastico lavoro che abbiamo fatto nelle ultime 48 ore" il ministro britannico dei Trasporti, Grant Shapps. Gli arrivi dal Regno Unito erano stati bloccati domenica, a seguito della scoperta della nuova variante 'inglese' del coronavirus.

Sono migliaia i tir bloccati nel Kent, in Inghilterra, dopo lo stop agli arrivi dalla Gran Bretagna imposto domenica dalle autorità francesi. Circa 630 sono bloccati sull'autostrada M20, la principale arteria per il trasporto merci con l'Europa e altri 2.188 sono invece fermi nel grande parcheggio dell'aeroporto di Manston.

Si tratta, in quest'ultimo caso, dei tir che erano diretti all'imbarco di Dover o all'Eurotunnel e che le autorità inglesi hanno deviato verso lo scalo di Manston per evitare il blocco della circolazione.

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x