Martedì, 18 Gennaio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Tenderstories coproduttore di “La Scelta di Maria” su Rai1

Il docu-film è stato realizzato in occasione del 100˚Anniversario dalla tumulazione del Milite Ignoto all’Altare della Patria di Roma

03 Novembre 2021

Tenderstories coproduttore di “La Scelta di Maria” su Rai1

Tenderstories è coproduttore del docu-film “La Scelta di Maria” in onda in prima serata su Rai1 giovedì 4 novembre, in occasione del Centesimo Anniversario dalla tumulazione del Milite Ignoto all’Altare della Patria a Roma. L’opera, prodotta da Anele in collaborazione con Rai Cinema, con il patrocinio del Ministero della Difesa e in co-produzione con Istituto Luce-Cinecittà, per la regia di Francesco Miccichè, ripercorre la vicenda politica, sociale e umana che portò alla nascita del Milite Ignoto attraverso scene di fiction, immagini d'archivio, interviste e animazione.

La storia

Intrecciando la narrazione fiction a preziosi repertori d’epoca, animazioni originali e una serie di “interviste ricostruite” ai protagonisti della storia, interpretati dai rispettivi attori, il docu-film restituisce alle nuove generazioni un ritratto umano e profondo di chi ha vissuto in prima persona una vicenda storica senza precedenti, capace di rappresentare gli stati d’animo e le emozioni di un intero Paese, scosso dalla distruzione e dallo smarrimento generati dalla Grande Guerra.

Le parole di Moreno Zani

“Siamo molto soddisfatti – ha detto il fondatore di Tenderstories, Moreno Zani, anche produttore associato del film – è la prima volta che produciamo un docu-film che va in onda in prima serata su Rai1 e lo facciamo con un lavoro di assoluto valore culturale, storico e sociale, che offre nuove prospettive di dibattito sulla figura del Milite Ignoto. A distanza di un secolo dalla sua tumulazione all’Altare della Patria, riacquista oggi un significato più intenso, capace di regalare ancora forti e inedite emozioni”.

La storia è avvincente e prende il via nel periodo successivo alla Prima Guerra Mondiale, in un’Italia in piena crisi economica, sconvolta da divisioni politiche e sociali. 

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Articoli Recenti

Più visti

x