Mercoledì, 05 Ottobre 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Alberto Genovese condannato a 8 anni e 4 mesi: l'imprenditore aveva violentato due ragazze dopo averle drogate

L'imprenditore accusato di due episodi di violenze sessuali, uno a Milano nella "Terrazza sentimento" del suo attico ed uno a Ibiza

19 Settembre 2022

Alberto Genovese condannato a 8 anni e 4 mesi per abusi sessuali: aveva violentato due ragazze

Stangata per Alberto Genovese, imprenditore e fondatore di Facile.it, startup venduta nel 2014 e di cui non ha alcun ruolo operativo da 8 anni. L'uomo è accusato di aver violentato due ragazze. Il processo è nato dopo la segnalazione delle vittime. Sono una 18enne ed una 23enne: ad entrambe sono state somministrate un mix di droghe. Condannata a 2 anni e 5 mesi l'ex fidanzata Sarah Borruso, imputata in concorso con l'ex re delle start up solo per l'episodio spagnolo. Lo stupro di Milano era stato consumato nella camera da letto nel suo mega attico con piscina in via Santa Maria Beltrade, angolo via Torino a circa 100 metri dal Duomo. Erano noti i continui interventi di polizia e vigili urbani di Milano per schiamazzi notturni per i litigi con Roberto Bolle, primo ballerino della Scala residente al piano sottostante a quello di Genovese.

Alberto Genovese condannato ad 8 anni e 4 mesi

Sono due gli episodi di violenza sessuale che incastrano Genovese, entrambi accaduti nel 2020. L'uomo è colpevole di stupro verso la 23enne a luglio di quell'anno. I due in particolare si trovavano ad Ibiza, mentre per quanto riguarda il caso della 18enne è avvenuta nell'ottobre del medesimo anno ma nel suo attico in centro a Milano, nella "Terrazza sentimento". Un successo per la pubblica accusa, rappresentata dall'aggiunto Letizia Mannella che aveva richiesto proprio quanto accolto.

Riguardo lo stupro di Milano, dalle dichiarazioni della ragazza viene fuori che alle feste organizzate dall'imprenditore nella "Terrazza Sentimento" del suo mega attico si entrava "solo su invito, dopo aver passato la security ed aver depositato il cellulare in un contenitore". Security che poi stazionava davanti la porta della camera di Genovese dove quest'ultimo ha compiuto il misfatto. 

Durante la requisitoria era venuto fuori un quadro di "devastazione e degrado umano". 8 anni di reclusione e 80mila euro di multa la richiesta, mentre dalla difesa di Genovese richiesta l'assoluzione "per 'insussistenza del fatto" per l'episodio di Ibiza e il vizio parziale di mente, e dunque il minimo della pena, per l'episodio di Terrazza Sentimento. Il mancato consenso è dovuto anche e soprattutto all'abuso di sostanze illecite e alcool, insieme a un "disturbo dello spettro autistico di livello moderato" diagnosticato dalla psicologa di parte.

Lo stesso Genovese dell'udienza dello scorso 27 giugno cercò di spiegare il caso, parlando per 5 ore davanti al giudice. La difesa verteva anche sul fatto che l'uomo essendo vittima di sostanze stupefacenti non poteva rendersi conto, in particolare nel caso della 18enne, dato che quest'ultima gli aveva chiesto di fermarsi

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x