Mercoledì, 18 Maggio 2022

Seguici su

"La libertà al singolare esiste solo nelle libertà al plurale"
Benedetto Croce

Roma, all'asta villa barocca con affresco di Caravaggio: Bill Gates offrirà 471 milioni di euro

Il Casino dell'Aurora, villa barocca che ospita l'unico affresco esistente di Caravaggio, andrà all'asta martedì 18 gennaio: Bill Gates e il Sultano del Brunei se lo contenderanno per circa mezzo miliardo di euro

17 Gennaio 2022

"Giove, Nettuno e Plutone", unico affresco mai realizzato da Caravaggio

"Giove, Nettuno e Plutone", unico affresco mai realizzato da Caravaggio (fonte: Twitter @Boro_RR)

Quasi mezzo miliardo di euro: questa la valutazione del Casino dell'Aurora, villa barocca che ospita al suo interno l'unico affresco mai realizzato da Caravaggio. Bill Gates e il Sultano del Brunei, due fra gli uomini più ricchi del mondo, sono più che interessati all'acquisto. Quest'ultimo aveva già provato ad acquistarla in passato, fallendo. Ma il vero nome d'eccezione è proprio quello del magnate americano fondatore di Microsoft, Bill Gates. Loro e altri proveranno martedì 18 gennaio ad acquisirne la proprietà esclusiva. L'offerta minima che il tribunale è obbligato ad accettare ammonta a circa 353 milioni di euro.

Il Casino dell'Aurora

Il Casino dell'Aurora, dal nome di uno degli affreschi del Guercino presenti al suo interno, si trova a Roma. In zona centralissima, fra Piazza di Spagna e Via Veneto. Si tratta dell'unico resto di quella che un tempo era Villa Ludovisi, fatta costruire dall'omonimo cardinale ad inizio '600. La Villa è stata poi abbattuta quasi trecento anni dopo, a fine '800, per far spazio al quartiere che attualmente circonda il Casino. La villa, fulgido esempio di architettura barocca, ospita al suo interno una collezione d'arte di rara importanza. Come gli affreschi del Guercino ma specialmente del Caravaggio, che qui realizzò l'unico della sua vita: Giove, Nettuno e Plutone.

L'intervento del governo

"Un lavoro straordinario - ha dichiarato Alessandro Zuccari, Professore di Storia all'Università della Sapienza a Roma, a proposito dell'affresco di Caravaggio - a cui è stato difficile assegnare un prezzo, dal momento che rappresenta l'unico affresco realizzato dall'artista, e quindi non avevamo elementi per effettuare una valutazione comparata". Zuccari ha aiutato le autorità italiane a dare un prezzo al lotto che andrà all'asta. Nel frattempo si sono levate forti voci di protesta per la perdita di un pezzo importante distoria italiana. Che molto probabilmente cadrà nelle mani di multimiliardari stranieri. Prima della sentenza del tribunale l'Aurora aveva continuato ad appartenere alla famiglia Ludovisi. Alla morte del Principe Nicolo Ludovisi Boncompagni, la disputa legale fra i tre figli del Principe e la sua terza moglie di origine americana ha tirato in ballo la proprietà. L'unica possibilità che lo Stato italiano recuperi la proprietà della villa è quello di partecipare all'asta. Pagando però il prezzo d'entrata: il 10% del valore minimo. Circa 30 milioni di euro, oltre alla certezza di dovercene mettere almeno dieci volte tanti in caso di aggiudicazione del lotto. Un'evenienza che lo Stato italiano non sembra pronto ad affrontare.

Seguici su

Commenti Scrivi/Scopri i commenti

Condividi le tue opinioni su Il Giornale d'Italia

Caratteri rimanenti: 400

Più visti

x